Musica, teatro e arti visive, via libera a Roseto al progetto per i giovani

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

6690



ROSETO. Si chiama “Piano cittadino dei Giovani”, il progetto approvato dall'amministrazione comunale che si pone l'obiettivo di offrire ai ragazzi dai 15 ai 29 anni uno spazio per la valorizzazione dell'espressione artistica.
L'iniziativa è stata presentata questa mattina nel corso di una conferenza stampa dal sindaco Franco Di Bonaventura, dall'Assessore alle Politiche giovanili Sabatino Di Girolamo e dal vice Sindaco Teresa Ginoble.
«Ai servizi sociali all'avanguardia per minori e anziani affianchiamo un punto di riferimento per i giovani – ha detto l'Assessore Di Girolamo - con la creazione di un laboratorio musicale completamente insonorizzato e fornito di strumenti, un laboratorio teatrale con sala prove e spazio didattico ed un laboratorio di Arti visive per pittura, scultura, foto oltre ad una sala espositiva. Il progetto si completa con un laboratorio itinerante per la Pace rivolto agli studenti delle scuole superiori che si concluderà con un concorso, e un sito web in cui saranno veicolate tutte le esperienze realizzate attraverso questa fase sperimentale del progetto».
I laboratori saranno gestiti da un'associazione che sarà selezionata tra quelle che risponderanno all'Avviso per la manifestazione di interesse che sarà pubblicato a giorni.
«Questo percorso, cominciato con la creazione del Coordinamento delle Politiche giovanili, è nato dall'ascolto diretto dei ragazzi e delle loro esigenze, raccolte in fase di progettazione del Piano Sociale– ha spiegato il Vice Sindaco Teresa Ginoble – naturalmente ci auguriamo di poter dare continuità all'iniziativa attraverso i fondi messi a disposizione dal Ministero per le Politiche giovanili e attraverso la realizzazione del Palagiò, uno spazio multifunzionale per cui siamo in attesa di finanziamento».
Per il momento i laboratori saranno ospitati nella ex scuola elementare di Piante Tordino dove sono in corso i lavori di adeguamento.
«E' un progetto pilota e anticipatore - ha sottolineato il sindaco Di Bonaventura – un'innovazione fortemente sostenuta dall'Amministrazione Comunale, che lo ha finanziato con 50 mila euro (35 mila euro sono stati erogati dalla Regione), e che vede i giovani doppiamente protagonisti. Infatti il soggetto incaricato di controllare l'intero percorso delle attività è proprio il Coordinamento delle Politiche giovanili».
Roseto conta 4.158 giovani compresi tra i 15 e i 29 anni, pari al 17,3% della popolazione complessiva. Ma se si contano i tre Istituti superiori, due centri di formazione, il Centro per l'impiego provinciale, e le numerose associazioni di volontariato, le strutture sportive e i centri ricreativi è possibile stimare che i giovani che orbitano nell'area rosetana sono più di 10.000.

09/02/2010 15.30