Presto a San Giovanni Teatino un "museo di scienze naturali"

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

8193


SAN GIOVANNI TEATINO. Un “Museo di Scienze Naturali” nel palazzo ottocentesco di San Giovanni Teatino alta che ospitò la prima storica sede municipale.
E' questo il progetto ideato e promosso dall'amministrazione comunale guidata dal sindaco Verino Caldarelli che intende creare quella che rappresenterà la seconda istituzione civica della città.
Dopo la Scuola Musicale, dunque, sta per vedere la luce anche un'altra importante realtà culturale che fungerà da polo attrattivo non solamente per appassionati o semplici curiosi, ma anche e soprattutto per scolaresche e studenti universitari.
Il museo, infatti, custodirà ed esporrà due esclusive collezioni private: quella faunistica della famiglia Sanvitale e quella malacologia del prof. Fano, la quale annovera reperti e fossili di assoluto valore scientifico.
Il tutto mediante un “percorso didattico” che si snoderà attraverso molteplici sale tematiche allestite, curate e gestite da esperti del settore.
Una struttura ed un'istituzione di prestigio, quindi, che entrerà a pieno titolo nel circuito museale territoriale.
Tra le funzioni proprie del “Museo delle Scienze Naturali” figurerà «la promozione di iniziative volte a formare una cultura dei beni culturali presenti nel territorio comunale attraverso pubblicazioni, convegni, mostre, ricerche (ecc.) da svolgersi in collaborazione con la Sopraintendenza Archeologica competente, con istituti universitari italiani o esteri e con enti pubblici o privati che operano nel campo della divulgazione», ma non solo.
Verrà svolta «una costante attività didattica in collegamento con le scuole di ogni ordine e grado», sarà realizzata e curata una biblioteca interna, nonché promossa la «formazione di operatori culturali per lo svolgimento di attività connesse al museo».
Quest'ultimo rimarrà aperto al pubblico dodici mesi all'anno e per sei giorni alla settimana (tra cui il sabato e la domenica); l'ingresso, inoltre, avverrà dietro pagamento di un ticket che, per scolaresche, bambini, studenti universitari sarà soggetto a forti riduzioni.
Informazioni, documentazione, foto ed approfondimenti di carattere scientifico saranno comunque consultabili sul sito internet del museo che presto sarà on-line.


07/11/2009 9.38