Il sisma del 6 aprile documentato nel Festival Internazionale della Filatelia

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

3918



ROMA. Il sisma dell'Aquilano è entrato nel vivo del Festival Internazionale della Filatelia che si tiene, fino a domenica 25, a Roma, al Palazzo dei Congressi.
La presenza nell'evento mondiale organizzato da Poste Italiane è stata concretizzata dal periodico “Abruzzo a 60” che dedica un numero speciale nel quale la storia del capoluogo, dei vari sismi che si sono succeduti nel passato e, soprattutto, di quello del 6 aprile scorso, relazionano con i tanti francobolli che Poste Italiane hanno dedicato all'Abruzzo.
Il mensile culturale aquilano, diretto da Emidio Di Carlo, critico d'arte e giornalista filatelico specializzato, viene dato gratuitamente ai visitatori in forza anche della collaborazione della Federazione fra le Società Filateliche Italiane, nella speciale “biblioteca” del Festival riservata alle pubblicazioni filateliche accreditate, quindi nei numerosi stand delle aziende filateliche statali dei Paesi ufficialmente partecipanti nell'esposizione romana.
Dal mese di aprile ad oggi, nonostante le difficoltà tecniche (superate anche grazie al recupero di parte delle attrezzature informatiche con la collaborazione dei Vigili del Fuoco di Ravenna e degli onorevoli Benvenuto, Giovanardi e Di Pietro) nonché economiche, “Abruzzo az 60” ha ripreso la pubblicazione. Con qualche ritardo iniziale nell'uscita, il periodico è poi andato avanti sulla strada precedentemente tracciata, con qualche veloce cenno sull'accaduto, informazioni culturali a tutto campo europeo e soprattutto sulle attività del Circolo Culturale “SpazioArte” di L'Aquila, realizzate grazie alla collaborazione delle associazioni collegate, nel Friuli (a Spilimbergo), nelle Marche (a Civitanova Marche e Macerata), in Abruzzo (a Pratola Peligna, Pescara e Roseto degli Abruzzi), in Francia (a Verdelais-Bordeaux).
Nello “speciale” di “Abruzzo az 60”, il numero 8 del 2009, vengono dedicate le quattro pagine centrali, all'evento di solidarietà realizzato dagli studenti dell'Istituto d'Istruzione Superiore “Vincenzo Bellisario” di Avezzano; con l'avvallo Direttore Didattico (prof. Recina) e gli interventi dei docenti (prof.ri Sinisi, Cipollone, Sulli). All'interno di un noto centro commerciale, gli studenti hanno realizzato la mostra “99 tele per L'Aquila”. Le opere sono state con prezzo libero al pubblico e il ricavato è stato inoltrato alla Protezione Civile tramite la Caritas di Avezzano.


23/10/2009 9.00