Presentato il libro "L'Aquila 06.04.09, il catastrofico terremoto delle 3.32".

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

9081




MONTESILVANO. E' stato presentato ieri mattina, presso la sala consiliare del Comune di Montesilvano, il nuovo libro "L'Aquila 06.04.09, il catastrofico terremoto delle 3.32" scritto dalla conduttrice televisiva Elena Costa in collaborazione con il fotoreporter Valerio Simeone (Costa Editore e La Cassandra, 324 pagine). Presenti il presidente della provincia di Pescara, Guerino Testa, il sindaco di Montesilvano, Pasquale Cordoma, il sindaco di Città Sant'Angelo Gabriele Florindi, ed alcuni dei testimoni che hanno partecipato raccontando la loro esperienza attraverso le pagine del libro.
Si tratta di un volume ricco di illustrazioni documentate dai fotografi che hanno raggiunto per primi i luoghi dell'evento e che raccoglie oltre 40 testimonianze di chi direttamente ha vissuto, sulla propria pelle, il tragico sisma notturno passando per il tempestivo intervento dei volontari e delle istituzioni.
«E' stato un lavoro più coinvolgente del previsto raccogliere le testimonianze direttamente dalle persone colpite» spiega l'autrice, Elena Costa, «una raccolta dove ho cercato di riassumere le emozioni di tutto l'accaduto, dai primi secondi fino al G8. Quarantacinque testimonianze che fanno capire realmente il vissuto di queste persone prima, durante e dopo l'evento».
«Un dramma che mi ha segnato profondamente», racconta invece il fotorepoter Valerio Simeone, «dove la prima cosa che vedi negli attimi subito dopo il sisma è che serve di tutto, tranne proprio la presenza di un cronista: è questo il momento in cui senti l'impotenza davanti ad una montagna di macerie fisicamente impossibile da spostare in contrasto con la necessità di documentare».
La prefazione del testo, il cui ricavato sarà devoluto in beneficenza, è curata dal capo della Protezione Civile, Guido Bertolaso: «E' un libro che racconta con coraggio e sapienza la profondità e le fragilità dell'uomo viste in controluce alle tristi vicende della notte del 6 aprile».
Una tragedia, forse annunciata, dove «non ci sono ruspe né cantieri in grado di rigenerare in fretta il cuore dell'uomo e rifarne nuova la mente», perché, continua Bertolaso, «la terra in Abruzzo è in perenne ricerca di nuovi provvisori equilibri».
I fotografi che hanno partecipato alla realizzazione del libro sono: Christian De Massis, Emanuele Soccio, Michele Beomonte Zobel, Paolo Garrisi, Pasquale Di Giampietro, Raniero Pizzi, Scugnizzo (Giuseppe Imperio) e Scugnizza Photographer, Valerio Simeone.
16/10/2009 11.58