Nobel Letteratura, Dante Marianacci tra fli intellettuali italiani

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

11128



ROSETO. Inizia ad avvicinarsi la data di assegnazione dei premi Nobel 2009 e già impazza il toto nomine.
Quest'anno l'Accademia Reale di Svezia potrebbe candidare Dante Marianacci al Nobel per la letteratura.
La segnalazione è ormai ufficiale e voci insistenti lo vedono comparire nella rosa di candidati accanto a nomi del calibro di Philip Roth, Norman Mailer, Joyce Carrol Oates, Margaret Atwood e Mario Vargas Llosa.
Anche gli israeliani Amos Oz e David Grossman sono considerati in odore di Nobel. In alternativa c'è una rosa di 15-20 nomi caldi nei quali l'Accademia pescherà, tra cui Bevilacqua e Magris, Milan Kundera, Carlos Fuentes e Adonis.
Nato ad Ari (Chieti), laureato con una tesi di comparatistica sulla poesia di Montale ed Eliot, Dante Marianacci lavora da venticinque anni per il Ministero degli Esteri presso gli Istituti Italiani di Cultura. Attualmente dirige l'Istituto di Vienna e coordina quelli di Innsbruck e di Zurigo.
Poeta, romanziere, saggista, componente di importanti realtà culturali in Italia e all'estero (dal Club Internazionale “Amici di Salvatore Quasimodo” di Vienna al Premio per la Saggistica Edita “Città delle Rose” di Roseto, al Premio Flaiano di Pescara), Marianacci ha pubblicato una quindicina di volumi e curato diverse collane ed antologie di poesia, narrativa e saggistica. Ha fondato e dirige la rivista “Italia & Italy”.
La voce relativa alla sua segnalazione per il Nobel è stata salutata con entusiasmo a Roseto dove Marianacci è componente della giuria del Premio per la Saggistica edita “ Città delle Rose”.
«Si tratta di una notizia che ci rende doppiamente orgogliosi - sottolinea il sindaco Franco Di Bonaventura - perché è il riconoscimento ad uno dei maggiori intellettuali abruzzesi e perché ribadisce la validità del nostro Premio “Città delle Rose” che si avvale di straordinari protagonisti del mondo della cultura conosciuti in tutto il mondo».
Dante Marianacci vive gran parte dell'anno all'estero, non a caso i suoi componimenti poetici e i suoi romanzi sono molto più conosciuti in paesi come Francia, Inghilterra, Austria e persino nell'Europa dell'Est, in particolare in Bulgaria. Anche Mario Luzi, una delle voci più alte della poesia contemporanea, che per alcuni anni ha presieduto il Premio “Città delle Rose”, candidato più volte al Nobel, è stato molto amico di Marianacci, e gli ha donato una bella poesia poco prima di morire “Tra ansia a finitudine” che ha poi dato il titolo all'antologia della poesia europea curata dallo stesso Marianacci.
La suspense comunque non durerà a lungo. L'8 ottobre verrà assegnato il premio per la medicina e poi a cascata tutti gli altri. La data di assegnazione del premio per la letteratura resta segreta, ma è tradizione che avvenga durante il giovedì della settimana dei Nobel, dunque è probabile che l'11 ottobre l'Accademia scioglierà la riserva e farà l'annuncio.
05/10/2009 15.23