A Francavilla Premio Culturale MuMi 2009

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

6686

FRANCAVILLA. Galà per la Solidarietà domenica 27 settembre alle ore 21, presso il Museo Michetti di Francavilla al Mare, con la sesta edizione del “Premio Culturale MuMi”.
«Il premio», ha spiegato il presidente e ideatore Davide Cavuti, «è nato con l'intento di voler coniugare la cultura con la solidarietà, premiando personalità che si sono distinte nei vari campi della cultura e che hanno dato un contributo notevole nel campo della solidarietà».
L'Edizione 2009 è interamente dedicata a L'Aquila e alla Fondazione “Il Cireneo” che ha visto la sua sede distrutta dal terremoto e promuove l'educazione specializzata, l'assistenza sanitaria e sociale, la ricerca scientifica, la formazione degli operatori, la tutela dei diritti civili a favore delle persone autistiche e con disturbi generalizzati dello sviluppo.
«Grazie ai fondi messi a disposizione dai fondatori, da soci sostenitori e benefattori, nonché a diversi strumenti di collaborazione con le Istituzioni, la Fondazione – ha affermato la presidente della Fondazione Germana Sorge, che ritirerà il riconoscimento - ha attuato un modello di servizi “Pubblico - Privato sociale” consentendo la presa in carico di bambini e ragazzi con autismo, e delle loro famiglie, nel territorio di Vasto e Lanciano e di recente anche a L'Aquila».
Durante la serata ci sarà l'esibizione dei ragazzi diversamente abili dell'Associazione Orizzonte grazie alla regia di Lilia Giangregorio e i costumi di Assunta Graziani: realizzeranno un balletto e un frammento di una piece teatrale che debutterà a dicembre prossimo. A Michela Mattoscio presidente dell'Associazione Orizzonte, è assegnato il riconoscimento della commissione per il suo lavoro che è “patrimonio per la nostra collettività” come recitano le note del verbale di premiazione.
Per la sezione “cultura della solidarietà” il Premio va all'attore e regista Michele Placido riconoscimento per la sensibilità artistica dimostrata subito dopo il sisma abruzzese con la messa inscena della piece teatrale “I fatti di Fontamara” i cui proventi andranno devoluti per la ricostruzione.

17/09/2009 13.24