A Nocciano "Terra di Mezzo, il Gioiello Contemporaneo"

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

3870



NOCCIANO. Il museo delle Arti di Nocciano e l'istituzione Castello in occasione dei Giochi del Mediterraneo di Pescara 2009 presenta “Terra di Mezzo, il Gioiello Contemporaneo incontra il Mediterraneo”.
L'appuntamento con l'evento espositivo, che vedrà la partecipazione di 31 autori provenienti dai 23 paesi che prenderanno parte agli imminenti Giochi, è per domenica 21 giugno 2009 dalle ore 18.00 alla sala convegni del museo di Nocciano. La mostra, ingresso libero, è visitabile fino al 19 luglio il sabato dalle 10.00 alle 12.00 e la domenica dalle 16.00 alle 19.30. Negli altri giorni le visite sono solo su prenotazione.
L'evento, come suggerisce il titolo, avrà come tema centrale il Mediterraneo come mare in mezzo alle terre, mare di confine e di collegamento tra esse. Secondo gli organizzatori della manifestazione il Mediterraneo è la linea sulla quale si incontrano il nord-ovest ed il sud-est del mondo, un luogo centrale per il futuro dell'umanità: «la voce del Mediterraneo non arriva dal passato bensì dal futuro secondo quell'equilibrio tra terra e mare, appartenenza e libertà dove il modello di vita non demonizza il nostro bisogno di legame né il nostro bisogno di libertà».
Questo messaggio è stato affidato ad una espressione artistica contemporanea ed innovativa rappresentata dal Gioiello Contemporaneo, un settore di ricerca avanzata e di sperimentazione a metà tra design e tradizione.
Il progetto ha diversi obiettivi. Innanzitutto far conoscere, oltre i confini regionali e nazionali, il patrimonio culturale del comune di Nocciano ben riassunto dal Castello Medievale e dalla Pinacoteca. Di pari passo sarebbe importante creare un movimento turistico-culturale tra la sede del Villaggio Olimpico e Nocciano, da cui dista pochi chilometri.
Il catalogo della mostra presenta gli interventi critici di Rita Marcangelo, presidente dell'associazione Gioiello Contemporaneo di Trieste, di Bianca Cappello, storico del gioiello di Milano, di Rita El Khayat, Palma per la pace e madrina ufficiale dei Giochi del Mediterraneo. Parteciperà anche Ivan D'Alberto, direttore del MAAAC di Nocciano.
L'iniziativa è promossa dal comune di Nocciano e dalla fondazione PescarAbruzzo.
Gli artisti che hanno aderito al progetto sono: Amandine Meunier (Marocco), Estela Saez Vilanova (Spagna), Marc Monzó (Spagna), Yiannis Siotis (Grecia), Ljudmila Stratimirovic (Serbia), Anda Klančič (Slovenia), Alidra Alic Andre de la Porte (Bosnia Erzegovina), Ramon Puig Cuyàs (Spagna), Augousta Themistokleous (Cipro), Constantinos Kyriacou (Cipro), Polytimi Nikolopoulou (Grecia), Adrean Bloomard (Italia), Rallou Katsari (Grecia), Selen Ozus (Turchia), Maud Traon (Francia), Sophie Robbe (Francia), Rana Mikdashi (Libano), Frederic Braham (Francia), Nenad Roban (Croazia), Pilar Cotter Nuñez (Spagna), Ammal Labib (Egitto), Marijana Zebelijan (Montenegro), Petra Bole (Slovenia), Natasa Grandovec (Slovenia), Romi Bukovec (Slovenia), Fabrizio Tridenti (Italia), Giovanni Sicuro (Italia), Maria Rosa Franzin (Italia), Mirjana Rankovic (Serbia), Rossella Tornquist (Italia) e Maurizio Stagni (Italia).

17/06/2009 9.16