A Ciampi il premio Socrates Parresiastes

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

2772


ROMA. Oggi a Roma, sarà consegnato a Carlo Azeglio Ciampi, senatore a vita e presidente emerito della Repubblica, il premio “Socrates Parresiastes” dell'Aquila.
La cerimonia è prevista alle 10.30 nello studio di Ciampi a Palazzo Giustiniani, luogo dove nel 1947 è stata firmata la Costituzione, residenza del presidente del Senato e dove si trovano gli studi dei senatori a vita.
Sarà il sindaco dell'Aquila, Massimo Cialente, a consegnare all'ex Governatore della Banca d'Italia la targa che contraddistingue il premio in questione, ideato dall'associazione culturale dei Devoti di Sant'Agnese, conferito a una personalità che si è particolarmente distinta per i modi di agire secondo verità e di parlare con autorevolezza e franchezza, e giunto alla terza edizione. Nel 2007 fu assegnato al filosofo Remo Bodei, lo scorso anno al presidente del Censis, Giuseppe De Rita.
Ciampi è stato scelto quale destinatario del premio di quest'anno per aver guidato, con perseveranza lungimirante e silenziosa fortezza, l'Italia nell'Unione Economica Europea, al ripario da possibili rovinose cadute, superando le gravi incertezze di alcuni importanti Paesi.
«In ogni momento della sua lunga vita pubblica – è scritto nella motivazione che ha portato al conferimento del “Socrates Parresiastes” – ha sempre mostrato grande amore per la verità franca e per i suoi valori morali: precisione, sincerità, autenticità, integrità e tolleranza».
Valutazioni che corrispondono alle qualità della personalità assegnataria del Premio, la cui targa infatti recita: “Pensa la verità, ragiona con sapienza, dice il vero autorevolmente, parla con saggezza, franchezza e coraggio, agisce secondo verità”.
Alla cerimonia di oggi interverranno, oltre al sindaco Cialente, il vice presidente vicario del consiglio regionale, Giorgio De Matteis, la presidente della Provincia dell'Aquila, Stefania Pezzopane, il presidente e il direttore generale della Carispaq, Antonio Battaglia e Rinaldo Tordera, il presidente dei Devoti di Sant'Agnese, Tommaso Ceddia, e Pierluigi Ciocca. Abruzzese, per anni nella Banca d'Italia, di cui è stato anche vice direttore generale, Ciocca leggerà una “laudatio” di Ciampi.
Era prevista anche la presenza del presidente della Giunta regionale d'Abruzzo, Gianni Chiodi, che all'ultimo momento, a causa di un'improvvisa concomitanza istituzionale, è stato costretto a declinare l'invito.
Al termine dei saluti, il presidente Ceddia darà la targa del “Socrates Parresiastes” al sindaco Cialente, che la consegnerà a Ciampi.

31/03/2009 10.08