La d’Annunzio va su Marte, con un volume

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

5302



PESCARA. Verrà presentato venerdì 27 marzo, alle ore 18.00, presso il Caffè Letterario a Pescara, il volume “L'Università d'Annunzio va su Marte”
Partecipano all'incontro il rettore della d'Annunzio, Franco Cuccurullo, il direttore dell'unità Scienza dell'Universo (Agenzia Spaziale italiana) Enrico Flamini, il direttore dell'IRSPS della d'Annunzio Gian Gabriele Ori e il colonnello Bartolomeo Di Pinto, presidente dell'associazione Arma Aeronautica di Pescara.
Nel volume, realizzato in collaborazione tra l'Ateneo di Chieti-Pescara e l'associazione dell'Arma Aeronautica, viene presentato in particolare il progetto di ricerca scientifica di esplorazione del Pianeta Rosso, attraverso Mars XRD, il Difrattometro a raggi X che volerà nella prossima missione ESA su Marte ; tramite un rover verranno prelevati campioni di roccia successivamente analizzati. Lo strumento e' stato ideato e progettato presso l'IRSPS della d'Annunzio alla cui direzione sono affidate la parte scientifica e tutte le operazioni necessarie.
IL Principal Investigator e' Lucia Marinangeli (professore Associato della Facoltà di Scienze Ud'A).
«E' importante sottolineare – afferma Ori – che si tratta di uno dei risultati più importanti della nostra Scuola. Basti pensare che sono meno di 20 i laboratori che, a livello mondiale, mettono uno strumento scientifico su Marte».

«Comunque - continua il direttore dell'IRSPS - le nostre attività riguardano in generale il campo dell' esplorazione del Sistema Solare. Siamo geologi e la nostra branca scientifica si chiama geologia planetaria perché nasce dall'incontro della geologia e della planetologia. Studiamo i pianeti (inclusa la Terra) con metodi geologici non astronomici e per questo sono indispensabili missioni che orbitino o atterrino sui corpi del sistema solare».
Il Rettore Franco Cuccurullo esprime «orgoglio e riconoscenza, insieme al plauso di tutta la comunità accademica, a Gian Gabriele Ori e alla sua equipe per i notevoli traguardi raggiunti in questa occasione così come in quelle precedenti e in itinere.
Questo importante appuntamento con la geologia planetaria si aggiunge ai tanti segnali di grande vitalità della ricerca scientifica del nostro Ateneo», continua Cuccurullo».

COS'È L'IRSPS

L'lnternational Research School of Planetary Sciences (IRSPS) e' la scuola di Planetologia dell' Università Gabriele d'Annunzio. Nata nel 1999 da un selezionato gruppo di geologi dell'Università di Chieti-Pescara, si dedica allo sviluppo delle scienze planetarie e in particolare della geologia planetaria, attra¬verso la ricerca, la divulgazione e l'educazione post-laurea e continua.
Fin dalla sua nascita, l'IRSPS pone particolare attenzione al programma di "visiting scientists" in modo da favori¬re lo scambio di idee e la collaborazione tra diversi istituti nel mondo.
L'IRSPS è attualmente impegnata nella costruzione di uno strumento che atterrerà su Marte con la missione dell'Agenzia Spaziale Europea (ESA) nel 2016. Lo strumento, MARS XRD, e' un diffrattometro che per la prima volta fornirà i dati sulla composizione dei minera¬li presenti nelle rocce del pianeta rosso. Si tratta di uno strumento unico ed originale ideato e pro¬gettato a Pescara, con la collaborazione della Thales Alenia Space e di altre aziende europee.

26/02/2009 9.33