Rai 2: la tolleranza ispirata da Andrea Pazienza

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

3946

ROMA. Un racconto sulla tolleranza e la comprensione dell'Altro: e' "Uffa! Che Pazienza", la nuova serie animata di Rai Fiction che debutterà su RaiDue il 20 novembre alle 7,10, ispirata al racconto "Il leone Pancrazio" di Andrea Pazienza, una tra le più influenti figure
nel panorama del fumetto italiano.
A vent'anni dalla prematura scomparsa del grande artista abruzzese, "Il leone Pancrazio" torna a "far capire meglio la vita e la felicità ai bambini" grazie a questo cartoon frutto della coproduzione fra Rai Fiction, le società piemontesi Enanimation e Motus e la tedesca MotionWorks.
Tratto da "Favole", l'unico libro per bambini di Pazienza, la serie mette in scena un gruppo di coloratissimi animali che rappresentano vizi e virtù degli esseri umani, pur mantenendo un riferimento, per contrasto o per analogia, con la loro natura animale.
C'è il pappagallo reporter Ilario Notiziario, l'elefante Leggerio Pocoserio, l'orso Gigione Sonpoltrone e, ovviamente, il leone Pancrazio Sonsazio - solo per citarne alcuni - che sperimentano, in
una giungla un po' fantastica, gioie e dolori della convivenza.
Condividere gli spazi con gli altri, si sa, non e' facile. Lo stesso vale per i nostri personaggi, impegnati di puntata in puntata a cercare di conciliare le esigenze del singolo con quelle della comunità. Il primo a doversi adattare e' proprio Pancrazio Sonsazio - il leone azzurro protagonista della "Favole" - che, per amore della comunità, rinuncia alla sua natura di predatore diventando vegetariano! Attraverso la mediazione, la reciproca accettazione delle diversità e il dialogo, gli animali trovano il modo per volersi bene e convivere in allegra armonia. Rivive quindi, nella leggerezza di questa serie televisiva per bambini, il messaggio di Andrea Pazienza, attuale oggi più che mai.

19/11/2008 9.14