Ensemble ‘900: musica antica abruzzese in Europa

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

2404



VILLA SANTA MARIA. L'associazione culturale Ensemble ‘900, reduce dalla decima edizione del Festival itinerante di musica antica Seicentonovecento, continua a promuovere repertori e talenti abruzzesi in giro per l'Europa.

Lo scorso 19 ottobre il presidente dell'associazione Pierluigi Mencattini ha proposto in Germania un programma italo tedesco a Fürstenfelderbruck (vicino Monaco) per la rassegna dei “Fürstenfelder Konzerte” diretta da Roland Muhr, organista titolare dell'abbazia di Fürstenfeldbruck, direttore dell'Accademia organistica di musica barocca tedesca meridionale e consulente della commissione per la conservazione e la costruzione degli organi della Germania meridionale.
Il violinista pescarese ha proposto un repertorio basato sulla musica di Arcangelo Corelli, Heinrich Ignaz Franz Biber, Johannes Speth, Antonio Vivaldi, Francesco Maria Veracini e le Partite sopra la follia per organo solo di Alessandro Scarlatti (compositore seicentesco di cui Ensemble ‘900 ha già inciso alcuni brani). Insieme a Pierluigi Mencattini, infatti, si è esibito di fronte ad una attenta platea l'organista Diego Cannizzaro, direttore artistico dell'Accademia Organistica Siciliana e docente di organo e clavicembalo presso il Dipartimento di Musica Antica del Conservatorio Rimski-Korsakov di San Pietroburgo.
La mattina di domenica 23 novembre, invece, Ensemble ‘900 suonerà al Piccolo Teatro Regio “Puccini” di Torino per i concerti-aperitivo realizzati sotto l'egida del Regio itinerante e di Piemonte in Musica in occasione del decennale della nascita dello stesso Regio itinerante. Pierluigi Mencattini e Giovanni Rota (violini barocchi), Dimitri Goldobine e Michele Carreca (tiorbe) e Giovanni La Marca (viola da gamba) proporranno un repertorio italo-francese senza trascurare brani di Michele Mascitti, il compositore settecentesco originario di Villa Santa Maria (Ch) che fece fortuna in Francia tanto da venire ribattezzato dai contemporanei Michel, e di cui Ensemble ‘900 ha rivenuto partiture fino a due anni fa credute perdute.
22/10/2008 15.55