A Morro D’Oro un convegno sulla emigrazione

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

5123

MORRO D’ORO. Si svolgerà sabato 2 agosto dalle ore 9.30 alle ore 14.00, presso la Sala polifunzionale del Comune di Morro D’Oro il Convegno “Le radici degli italiani nel mondo.
I legami con l'Italia attraverso il Turismo,lo Sport e la cultura” promosso dall'Unione Sportiva Acli dell'Abruzzo e dal Patronato Acli in collaborazione con il Comune di Morro D'Oro, Castellalto e Roseto degli Abruzzi e il patrocinio della Regione Abruzzo e della Provincia di Teramo.
Dopo altri due convegni svolti a Morro D'Oro, sulla tematica complessiva dell'emigrazione italiana in Europa e nel resto del mondo, il convegno programmato si prefigge lo scopo di suscitare l'attenzione da parte di rappresentanti delle istituzioni,dell'associazionismo nonchè dell'opinione pubblica sui molteplici aspetti della mobilità umana, a partire dai nostri emigrati che rappresentano una risorsa poco conosciuta e valorizzata.
«Maggiore attenzione», hanno spiegato gli organizzatori, «ma anche acquisizione di una maggiore consapevolezza sui nuovi flussi migratori nel contesto della globalizzazione dei mercati, del ruolo delle istituzioni e della società civile e dell'impressionante dato sotto il profilo sociale, economico inerente gli italiani nel mondo».
Infatti nel Rapporto Italiani nel Mondo 2007 della Fondazione Migrantes è riportato che i 3.568.532 cittadini italiani residenti all'estero ad aprile 2007 sono risultati quasi mezzo milione in più rispetto a un anno prima dovuto quasi per intero ad un perfezionamento dell'Anagrafe degli italiani residenti all'estero mentre le imprese fondate all'estero da imprenditori di origine italiana sono 14.475 con circa 3.300.000 addetti per un fatturato di oltre 200 milioni di euro a impresa.
Solo dall'Europa giunge nel nostro Paese un flusso finanziario annuo di 4,2 miliardi di Euro per le pensioni versate agli emigrati rientrati in Italia e senza considerare il valore economico straordinario del turismo di ritorno e dell'indotto italiano nel mondo.
Altro dato: Sono circa 10.000 associazioni degli italiani all'estero con oltre un milione e 600 mila associati a testimonianza che fin dalle prime ondate migratorie il cittadino italiano residente all'estero ha difeso e vissuto senza retorica, le proprie radici culturali e sociali.
«E l'Abruzzo», hanno aggiunto i promotori, «è fortemente interessato a tale prospettiva per la presenza diffusa in tutti continenti di oltre un milione e 200 mila abruzzesi ed una rete di circa 100 associazioni, 10 federazioni ed una confederazione. Un capitale di risorse umane ancora indispensabile per lo sviluppo sociale ed economico dell'intero Abruzzo? Un interrogativo al quale il Convegno attraverso esperti e rappresentanti delle istituzioni, del mondo associativo, imprenditoriale e cooperativo cercherà di dare risposte».

01/08/2008 9.18