Mario Scaccia vince il "Bacucco d'oro". Bevilacqua trionfa nella poesia

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

3513

ARSITA (TE). Dopo ben venticinque anni d'interruzione, sono riprese le edizioni del Premio Nazionale di Teatro, Cinema, Spettacolo e Televisione ad Arsita, denominato "Il Bacucco d'oro" (Bacucco è l'antico nome del piccolo paese del Teramano).

Il tutto è stato possibile grazie all'Associazione Culturale "Città di Bacucco" fondata dagli ex arsitani. La giuria, presieduta dal presidente dell'Associazione Igino Creati, ha attribuito il premio per il 2008 a Mario Scaccia, un attore che ha attraversato la storia del teatro italiano contemporaneo, lasciandovi la sua impronta con un repertorio e con interpretazioni indimenticabili.
Nelle dodici edizioni precedenti si erano affermati importanti attori e registi: Lydia Alfonsi, Lorenzo Salveti, Marisa Malfatti, Mario Carotenuto, Riccardo Cucciolla, Paolo Ferrari, Serena Bennato, Nando Gazzolo, Nino Frassica e Maria Rosaria Omaggio.
Nel contempo è stato anche riattivato il concorso di poesia edita intitolato alla memoria di Gaetano Salveti, straordinario operatore culturale, poeta e critico letterario scomparso alcuni anni fa, a suo tempo presidente della giuria del premio e al quale il Consiglio Comunale di Arsita ha attribuito diversi anni fà la cittadinanza onoraria.
Per la poesia edita, i tre vincitori finalisti, che si contenderanno il primo premio assoluto, che sarà stabilito da una giuria popolare di cinquanta abitanti di Arsita e della Vallata del Fino, sono: Alberto Bevilacqua con "Duetto per voce sola" (Einaudi), Tino Di Cicco con "Il tempo pieno e il nulla" (Moretti&Vitali) e Vito Moretti con "L'altrove dei sensi" (Carabba). La cerimonia di proclamazione e di premiazione dei vincitori si svolgerà ad Arsita domenica 24 agosto con inizio alle ore 18. La manifestazione è stata resa possibile grazie anche all'Amministrazione Comunale e alla Pro Loco di Arsita.
28/07/2008 11.24