Alla nave di Cascella l'ultimo addio della città al grande maestro

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

2530

PESCARA. Una cerimonia in memoria dell'artista pescarese Pietro Cascella, morto nelle scorse settimane, e' stata organizzata per quest'oggi (ore 19) a Largo Mediterraneo, la piazza sul mare dove campeggia la nave realizzata proprio da Cascella.

A promuovere questo appuntamento sono stati la famiglia Cascella e il Comune di Pescara, in occasione dell'arrivo in città delle ceneri dell'artista.
Alla manifestazione parteciperanno rappresentanti delle istituzioni e amici di famiglia di Pietro Cascella, tra cui la moglie Cordelia e la sorella Giannetta, e gli interventi per ricordarlo saranno intervallati dalla musica di 18 archi dell'Orchestra sinfonica di Pescara, diretta dal maestro
Pasquale Veleno, con la partecipazione del violoncellista Massimo Magri.
Gli interventi in programma sono quelli del sindaco Luciano D'Alfonso, dell'assessore comunale alla Cultura, Paola Marchegiani, del rettore dell'Università "d'Annunzio", Franco Cuccurullo, del rettore emerito Uberto Crescenti, e di Anna Imponente, soprintendente dell'Aquila.
Il genero del maestro, Gianni Di Gregorio, leggerà una lettera scritta da un amico di Cascella, Bruno Sacchi, e tre poesie dedicate al maestro.
«La nave sul lungomare - ha detto l'assessore Marchegiani - ci sembrava il luogo più bello per questo momento che sarà di dolore per la scomparsa del maestro ma anche di gratitudine nei suoi confronti».
In caso di maltempo la manifestazione si svolgerà al museo Vittoria Colonna. Le ceneri saranno tumulate al cimitero di San Silvestro, nella tomba di famiglia.

07/06/2008 11.46