Le meraviglie del sole nel castello dell’Aquila

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

3369

L’AQUILA. Giovedì 10 aprile prenderà il via, presso il Castello Cinquecentesco, la mostra “Nel fuoco del Sole”, un’iniziativa di divulgazione scientifica dedicata alla Fisica del Sole, dello Spazio Interplanetario e delle Relazioni Sole-Terra.
La mostra nasce nell'ambito dell'“International Heliophysical Year” (2007-2008), un programma scientifico internazionale che intende sviluppare e consolidare la conoscenza dei processi che regolano l'attività solare e l'interazione tra Sole e Terra.
In questo programma scientifico il territorio aquilano è coinvolto, sia con le attività di ricerca nel settore che si svolgono presso il Dipartimento di Fisica dell'Università, sia con quelle sviluppate dal Consorzio Area di Ricerca in Astrogeofisica.
In particolare, l'Università è impegnata con la propria rete magnetometrica europea SEGMA e con le stazioni magnetiche installate in Antartide.
«Inoltre», dicono gli organizzatori, «l'Aquila è sede dell'International School of Space Science, diretta dal prof. Umberto Villante, vero riferimento internazionale per la formazione avanzata nelle discipline in questione».
L'International Heliophysical Year si propone anche di promuovere la diffusione presso il pubblico delle conoscenze attuali sul Sole, e sulle relazioni tra Sole e pianeti.
In questo ambito la comunità scientifica europea ha collaborato all'allestimento della mostra itinerante “Nel fuoco del Sole”.
Attraverso un percorso multimediale, il visitatore può compiere una breve ma emozionante esplorazione del sistema solare e dei fenomeni che rendono questo ambiente un unico grande laboratorio in cui l'uomo ha potuto cimentarsi con problemi che hanno cambiato sia il modo di concepire lo spazio e l'Universo in generale sia la nostra vita quotidiana.
La mostra, visitabile dal 10 e al 29 Aprile, con ingresso gratuito, si pone all'interno delle iniziative messe in campo dall'Ateneo Aquilano per il Macroprogetto “Innovazione, Competitività, governance”, Progetto regionale per la formazione tecnico scientifica del POR Abruzzo Obiettivo 3 (2000 – 2006) Misura C1 Intervento IC4L.
Il macroprogetto prevede, infatti, attività di orientamento rivolte gli studenti delle scuole superiori, con l'intento di diffondere la cultura tecnico-scientifica e poter incrementare il numero di laureati in discipline scientifiche che ad oggi, in Italia, sono al di sotto della media Europea.
Sul sito www.ots.ing.univaq.it, si possono consultare le attività svolte e in svolgimento.
L'iniziativa è organizzata dall'Università dell'Aquila e dal Consorzio Area di Ricerca in Astrogeofisica, con la collaborazione dei Laboratori Nazionali del Gran Sasso (INFN), dell'Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia, della Thales Alenia Space e dell'Agenzia Spaziale Italiana

07/04/2008 17.17