Natale 2007, tra presepi viventi e curiosità in giro per l’Abruzzo

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

8324




POLLUTRI (CH). “FAVE DI SAN NICOLA” (5 E 6 DICEMBRE)

Pollutri, ai bordi del Tratturo Magno che da L'Aquila raggiungeva Foggia, rivive la devozione a San Nicola. Il primo giorno della Novena, al suono della campana maggiore della chiesa, detta appunto di San Nicola, il priore della confraternita riapre i locali e vi accoglie per la preghiera serale tutti i devoti. Contemporaneamente le donne iniziano i preparativi delle panicelle, piccoli pani su cui viene impresso l'antico e sacro sigillo del Santo. Il 6 dicembre, dopo le funzioni religiose e la processione, in cui viene condotto per le vie del paese un prezioso busto d'argento, nel primo pomeriggio ha inizio il rito della cottura delle fave. In piazza i deputati della festa preparano sette enormi caldaie colme di fave precedentemente ammorbidite in un lungo ammollo nell'acqua che iniziano a cuocere dando fuoco alle fascine. Infatti è consuetudine che il caldaio che bollirà per primo riceverà un premio e, soprattutto, le felicitazioni di tutti i pollutresi che dallo svolgimento del rito traggono auspici di benessere e prosperità. La tradizione si ricollega a rituali antichissimi. Una leggenda riferisce che San Nicola, santo dell'abbondanza, avrebbe salvato la gente di Pollutri, durante una terribile carestia, moltiplicando a dismisura proprio un pugnetto di fave.
Come ci si arriva: A 14, uscita Vasto Nord. Seguire le indicazioni per Pollutri. Info: Municipio, tel 0873/907359

ATRI (TE). “LA NOTTE DEI FAUGNI” (ALBA 8 DICEMBRE)

Il rintocco dell'antica campana dà il via, all'alba, a una suggestiva processione per il centro storico che viene illuminato dalla luce dei Faugni, grossi fasci di canne tenuti stretti da legacci vegetali (Fauni ignis, ossia il fuoco di Fauno, legato a misteriose simbologie solari e a una concezione della natura tipica delle feste latine di Giano e Saturno). La festività conserva anche il valore iniziatico degli antichi cerimoniali agrari: la consuetudine europea di accendere fuochi nel periodo che precede o segue il solstizio d'inverno come valore di rinnovamento propiziatorio. La messa mattutina si conclude con gli auguri di pace e prosperità che gli Atriani si scambiano sul sagrato davanti al portale di Rainaldo, accompagnati dal suono della banda musicale. Solitamente i Faugni sono preceduti da una lunga conviviale che dura tutta la notte.
Come ci si arriva: Autostrada A 14, uscita Pescara - Città Sant'Angelo. Prendere la SS 81, seguendo le indicazioni. Info: Municipio, tel. 085/87911.


TORINO DI SANGRO (CH). “LA MATTINATA DEL VISO ADORNO” (10 DICEMBRE, PRIME ORE DELL'ALBA)

Nella vigilia della ricorrenza, nelle ultime ore della sera, la popolazione di Torino di Sangro si raduna sulla costa e in corteo sull'antico tracciato del tratturo risale verso il paese, nella chiesa dedicata alla Madonna di Loreto, intonando litanie e a mezzanotte comincia la veglia notturna di preghiera. Verso le quattro del mattino la chiesa si riempie di fedeli e, dopo il fragore dei colpi scuri e al suono delle campane, si ripete la tradizione del Viso adorno. La statua della Madonna di Loreto, riccamente vestita e coperta di ori votivi, viene trasportata sul sagrato e tutt'intorno si dispongono una piccola formazione musicale e due cantori che intonano le strofe del Viso adorno. L'esibizione prosegue con una suggestiva pastorale, eseguita dal clarino e dal flicorno, e un tempo da zampogna e ciaramella. Il corteo prosegue i suoi canti fino alle prime luci del mattino e ovunque è accolto festosamente e ringraziato con liete libagioni. L'antica tradizione si riallaccia alle feste propiziatorie e di ringraziamento nell'ambito dei rituali agrari per il solstizio d'inverno, con aspetti ottocenteschi e mutuati da un modello musicale colto.
Come ci si arriva: A 14, uscita Val di Sangro. Oltrepassato il fiume, imboccare il bivio per Torino di Sangro. Info: Municipio tel. 0873/913106


LANCIANO (CH). “LA SQUILLA” (23 DICEMBRE)

Il 23 dicembre il ripetuto rintocco di una campana della torre civica, dalle 18 alle 19 ricorda a ognuno di pregare e perdonare. Tutti tornano nelle proprie case per scambiarsi gli auguri. Secondo la tradizione, la squilla ricorda il viaggio che un arcivescovo di Lanciano, Tasso, compiva ogni anno dal 1588 al 1607, a piedi scalzi dal suo palazzo alla chiesetta dell' Iconicella, distante circa 3 Km, in segno di penitenza e per ricordare il viaggio dei pastori verso la grotta di Betlemme; molti fedeli lo accompagnavano per ascoltare la sua predica. Durante il pellegrinaggio la campanella suonava senza mai fermarsi, fino al rientro del vescovo nel suo palazzo. Per i lancianesi la campanella della squilla è il simbolo del Natale. Nonostante gli innumerevoli cambiamenti rispetto al passato, questa tradizione non è ancora scomparsa e la sera dell'antivigilia di Natale la campana fa ancora sentire i suoi rintocchi.
Come ci si arriva: A 14, uscita Lanciano. Info: Municipio tel. 0872/710861


NERETO (TE). “FUOCO DI NATALE” (DAL 24 DICEMBRE AL 6 GENNAIO)

Quella del “fuoco di Natale” di Nereto è una consuetudine di fine anno. Nella piazza centrale del paese, a cominciare dal tramonto della vigilia di Natale e fino all'Epifania, si tiene costantemente acceso un fuoco. All'inizio ogni famiglia dell'abitato contribuiva all'approvvigionamento del legname da ardere. E' un rito con valore purificatore e propiziatore, di rifondazione periodica del ciclo vitale.
Come ci si arriva: A 14, uscita San Benedetto del Tronto. Proseguire sulla Statale 16 per Alba Adriatica e da qui prendere il bivio per Nereto. Info: Municipio, tel. 0861/855778

A VASTO

In pochi anni, il “Presepe Vivente tra i vicoli di S. Maria” a Vasto è divenuto ormai una delle manifestazioni natalizie più attese della nostra zona. Ha ottenuto un successo di pubblico sempre crescente, arrivando a contare in totale nella scorsa edizione oltre 15.000 visitatori.
L'iniziativa - patrocinata dal Comune, dalla Provincia di Chieti e dalla Regione Abruzzo e sponsorizzata da ditte locali - è organizzata dall'Istituto San Gabriele assieme ad un gruppo di volontari, riuniti nel Comitato Presepe Vivente.
La manifestazione ha il pregio di riunire e coinvolgere circa 200 persone tra anziani, giovani e bambini, che lavorano assieme per far rivivere momenti di grande emozione religiosa in questa piccola Betlemme nostrana, tra la fioca luce dei vicoli, come in una tipica comunità di contadini e artigiani dei secoli passati.
L'ingresso è nei giardini d'Avalos e subito si capisce che ci si trova nei fasti della corte di Erode, ma il belare delle pecore sulla loggia Amblingh e la presenza dei magi con i loro cavalli, già all'inizio di un suggestivo percorso fra i vicoli, annunciano l'arrivo alla grotta, dove si vive nella pienezza l'essenza e lo spirito del Natale.
Gli appuntamenti sono per i giorni 26 dicembre, 1° gennaio, 6 gennaio, dalle 17.30 alle 20.30.


PRESEPI IN ABRUZZO

Ogni anno in Abruzzo, le festività natalizie sono accompagnate da suggestive rievocazioni della Natività, allestite in straordinari scenari naturali: grotte, borghi medievali, montagne laghi e antiche torri.

Di seguito, sono riportati alcuni degli appuntamenti di maggiore richiamo:

DICEMBRE/GENNAIO - Pacentro (AQ)
Un percorso tra antiche botteghe e locande, fino alla grotta naturale sotto lo scenografico Castello Caldora.

8 DICEMBRE - Civitella Alfedena (AQ)
Presepe in cartapesta a grandezza naturale allestito lungo le vie del borgo.

20 DICEMBRE - Orsogna (CH)

Rassegna dei Presepi c/o il Centro Polivalente - P.zza Mazzini.

25 DICEMBRE - frazione di Pianola (AQ)

Viene allestito il suggestivo presepe in una capanna stagliata sullo sfondo della montagna.

26 DICEMBRE - Cellino Attanasio (TE)

Presepe d'epoca, in un percorso alla scoperta del borgo.

28 DICEMBRE – Fara San Martino (CH)

Un itinerario attraverso la valle, conduce fino alla Grotta del Bambini Gesù, interpretato dall'ultimo nato del paese.

26 DICEMBRE - Roio Poggio (AQ)

Teatro nel 1980 dell'incontro di Papa Wojtyla con migliaia di giovani.

26 DICEMBRE - Fano Adriano (TE)

Nel cuore del Parco nazionale del Gran Sasso – Laga.

26 DICEMBRE - Villalago (AQ)

Presepe subacqueo, nel lago di San Domenico.
26 DICEMBRE – Giulianova (TE)
Con il corteo dei figuranti si aprirà il sipario sulla 12° edizione del Presepe Vivente di Giulianova (TE), dal titolo “Alla ricerca del Messia”.
28 – 29 DICEMBRE - Santo Stefano di Sessanio (AQ)
Nella magica atmosfera del borgo montano.

28- 29 DICEMBRE - San Demetrio ne' Vestini (AQ)

Allestito nelle grotte di Stiffe.

5 GENNAIO - Rivisondoli (AQ)

Giunto alla sua 57° edizione, è il Presepe più famoso, ambientato in un suggestivo scenario, illuminato da migliaia di torce.


LE MANIFESTAZIONI A SPOLTORE

Definito il progamma di ‘Natale con noi' 2007, sotto la direzione artistica della soprano Sabrina Di Blasio.
La manifestazione, giunta alla sua dodicesima edizione, assume in questo momento un particolare significato perché cade nell'anno ventennale della fondazione dell'Associazione.
L'inizio è fissato per Sabato 8 dicembre mattina alle ore 10,45, con l'apertura del Presepe ufficiale, realizzato da Gianni Flacco in Largo Borgo S. Lucia e, nel pomeriggio con l'inaugurazione dei presepi realizzati all'aperto a Spoltore e S. Teresa.
Le domeniche (9, 16,23,30) saranno tutte caratterizzate dai Matineè che si terranno nelle Chiese di S. Panfilo e S. Teresa.
Martedì 11 alle ore 20,45 a Spoltore nella Chiesa di S.Panfilo primo grande appuntamento con il recital teatral-musicale, curato da Davide Cavuti, “Fraintendimenti d'amore” con Daniela Fazzolari ed Edoardo Siravo che
saranno accompagnati dal gruppo Le Grand Tango Ensemble e preceduti dal coro ‘Amici del canto polifonico' di Spoltore-Francavilla al Mare diretto dal M° Artabano Tassone. La serata, dedicata al ricordo dello scomparso Peppino Appignani, vedrà i due artisti leggere brani di scritti di Appignani.
Il 21 alle 20,45 sempre nello scenario della Chiesa di S. Panfilo il “Concerto di Natale” con la presenza di un prestigioso gruppo internazionale, l'Orchestra da Camera di Karkov (Ucraina), che eseguirà musiche sacre, da opera, natalizie e valzer.
Il 25 alle ore 19 la tradizionale ‘Fiaccolata di Natale' con i carretti e la banda, la consegna al Parroco dei pacchi per le famiglie disagiate ed al termine il ‘Brindisi sotto l'albero'.
Si arriva al 27, presso la Sala del Consiglio Comunale alle ore 20,45 con un altro importante appuntamento il recital teatral-musicale “Pescara è Provincia” in occasione dell'80° della costituzione della Provincia di Pescara.
La serata vivrà in tre momenti: la prima parte ‘Pescara moderna' con musiche jazz eseguite dal Lello Tiberio quartet, la seconda parte ‘l'emigrazione', in particolare quella in SudAmerica, con l'esecuzione di musiche e tanghi argentini con l'Argentina tangos, la terza ed ultima parte ‘Pescara è Provincia' con il Quintetto d'Abruzzo che eseguirà musiche ed arie di famosi autori abruzzesi. Durante le tre parti saranno recitate poesie di importanti autori e l'epistolario con Gabriele D'Annunzio per l'annuncio che Pescara era assurta a provincia. Le voci recitanti saranno Paola Marceca e Tonino Tucci mentre la voce fuori campo Francesca Sborgia.
Le giornate del 29 e 30 vedranno protagoniste i giovanissimi presso il campo sportivo comunale con la rassegna di calcio ‘Memorial Adriano Caprarese'.
Il 5 gennaio 2008 alle 20,45 nei locali della Società Operaia si ascolteranno arie di operette, colonne sonore e valzer nel ‘Concerto per il nuovo anno' eseguito dallo SpoltorestateSport e Cultura Ensemble.
Il giorno successivo, 6 gennaio, conclusione della manifestazione con ‘Arriva la Befana' tradizionale appuntamento con i più piccini che riceveranno le calze portate dalla befana.

03/12/2007 12.23

LA SACRA RAPPRESENTAZIONE DI GESSOPALENA

Il comune e la Proloco di Gessopalena, in occasione della “XXX Edizione della Sacra rappresentazione della Passione di Cristo” bandiscono il Concorso letterario teatrale per la selezione del copione da portare in scena nel 2008.
La suggestiva rappresentazione all'aperto, fiore all'occhiello dei cittadini gessani, la cui prima edizione è del 1965, simboleggia una delle espressioni più tipiche e conosciute del folklore abruzzese, traghettando nel centro pedemontano migliaia di spettatori.
Gli elaborati, scritti in forma di copione teatrale, dovranno obbligatoriamente contenere le scene del Pretorio, della Crocifissione e della Resurrezione, nonché una scena lasciata alla fantasia dello scrivente che abbia per protagonisti i pretoriani.
Gli elaborati, non più lunghi di 25 pagine word, dovranno essere spediti in forma anonima ciascuno in numero di 6 copie all'indirizzo: “Concorso Sacra Rappresentazione” C.A. Assessore Salomone, Comune di Gessopalena, piazzale Marino Turchi, 66010 Gessopalena (Chieti) entro e non oltre il 31 dicembre 2007. Farà fede il timbro postale.
INFO: concorso.sangroaventino@virgilio.it

04/12/2007 9.06

I PRESEPI DEL PORTO TURISTICO DI PESCARA

Sabato 8 dicembre alle ore 11:00, presso la piazzetta del Porto turistico si inaugurerà la seconda edizione della mostra “Presepi d'Italia”. L'evento, che si protrarrà sino al prossimo 26 dicembre, è organizzato dall'Ente Camerale in collaborazione con il “Marina di Pescara”, la Società Gestione Servizi Pescara, e l'Associazione Presepisti Pescaresi. L'ingresso è libero. Gli orari di apertura, nei giorni feriali, vanno dalla 16:00 alle 21:00, mentre nei festivi dalla 10:00 alle 13:00, il mattino, e dalla 16:00 alle 21:00, il pomeriggio.
La mostra si presenta quest'anno ancora più ricca ed articolata. Raddoppiano gli espositori che passano da 12 a 24, cresce il numero dei presepi (ne verranno esposti 47 contro i 25 dello scorso anno), aumenta la superficie espositiva da 250 a 375 metriquadri. L'evento vedrà anche un'altra importante novità: la presenza, tra i presepi in mostra, delle realizzazioni dagli alunni di tre scuole medie inferiori pescaresi: la “Antonelli”, la “Foscolo-Fermi” e la “Tinozzi-Pascoli”
Molto qualificati gli espositori provenienti, oltre che dall'Abruzzo, anche dalla Campania, dalla Sicilia e dal Lazio.


8° CONCERTO DI NATALE NELLA CATTEDRALE DI AVEZZANO

AVEZZANO. Il Concerto di Natale in Cattedrale si conferma anche quest'anno un evento di grande richiamo non solo per il territorio marsicano.
Martedì 18 dicembre nella Cattedrale dei Marsi due concerti in una unica serata: 40 coristi neroamericani del Virginia State Gospel, celebre per le sue numerose apparizioni televisive nel Concerto in Sala Nervi in Vaticano, canteranno brani natalizi, spiritual e gospel, mentre nella seconda parte la grande Teresa De Sio, accompagnata dai suoi 7 musicisti, tutti interpreti di strumenti popolari in acustico, canterà brani del suo repertorio popolare vecchio e nuovo, con alcune canzoni (la più recente una bellissima Ninna Nanna) interpretate per la prima volta dal vivo.
Uno spettacolo dalle grandi emozioni, anche visive, per il quale sono giunte tante Le sarà consegnato il Premio alla Carriera "Anna Luce", VIII° Edizione, conferitole dall'associazione Harmonia Novissima con la seguente motivazione: "Un'artista attiva da anni nel campo della ricerca sulla musica popolare ed etnica del Sud Italia ma anche attenta agli stili e ai ritmi di musiche appartenenti ad altre culture; la sua passione musicale si è sempre coniugata con l'impegno civile e con l'attenzione ai disagi delle classi sociali più deboli".
Parte del ricavato dello spettacolo quest'anno andrà a due soggetti: Africa Mission, associazione di volontariato operante in diversi paesi dell'Africa centrale, a sostegno di donne e bambini che versano in proibitive condizioni di vita e Help Handicap, associazione di volontariato sempre di Avezzano che opera a favore dei ragazzi disabili.
Il biglietto, al costo di 15 euro.

LA MAGIA DI PERETO

Mercoledi 26 con inizio alle ore 15.30 rivivrà la magia del Natale con la 38esima edizione del “Presepe vivente” che si terrà a Pereto.
Il “Presepe” è una delle manifestazioni più importanti e più antiche di
Pereto, che coinvolge tutti, dai più anziani che l'hanno pensata,
realizzata e custodita gelosamente, ai giovani che con orgoglio la stanno arricchendo e ingrandendo.
La realizzazione è a cura dell'Associazione “Presepe Vivente Pereto Borgo Autentico”, con il patrocinio del Comune.
In caso di maltempo il presepe verrà rinviato.
Il sindaco Giovanni Meuti si è detto soddisfatto ed ha aggiunto:«Ancora una volta il nostro “borgo autentico” diventa per un giorno Betlemme, vestendosi di sacro ed effondendo una luce profonda e ricca di emozioni per i peretani e per i tanti spettatori e visitatori che il 26 dicembre prossimo si riverseranno a Pereto per assistere alla fantastica rappresentazione del Presepe Vivente e, nell'occasione, per visitare le particolarità del nostro borgo».

18/12/2007 13.59