4mila firme sul registro della mostra di Rocky Marciano

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

1463

RIPA TEATINA. Si è chiusa ieri sera con una speciale cerimonia, alla quale hanno partecipato numerose autorità civili e sportive, la mostra internazionale “Da Rocco Marchegiano a Rocky Marciano – Sessant’anni di ring”, che, apertasi lo scorso 21 aprile, ha convogliato nell’ex convento di Santa Maria della Pietà di Ripa Teatina ben quattromila visitatori.
Lo testimonia il registro delle presenze compilato da quanti hanno deciso, da tutta Italia ed anche dall'estero, di conoscere meglio la vita e i segreti dell'unico campione dei pesi massimi a non essere stato mai battuto sul ring.
«Un risultato straordinario – ha commentato Umberto Aimola, vicepresidente della Provincia con delega allo Sport, organizzatore della mostra – che premia un'idea vincente ed un gruppo di giovani che si è impegnato a fondo nella realizzazione della mostra. Abbiamo avuto l'interesse di tutto il mondo del pugilato italiano, con articoli apparsi in tutte le riviste nazionali e sui quotidiani sportivi, specializzati e generalisti. L'itinerario della mostra non si ferma: dopo la tappa a Siena, l'esposizione si ferma a Pescara, a partire da sabato 8 settembre, poi a Firenze, a Roma e programmiamo anche due tappe Oltreoceano, a New York e Toronto».
«Finalmente – ha aggiunto il sindaco, Mauro Petrucci – tutti sanno ora che le origini di Rocky Marciano sono qui in provincia di Chieti e a Ripa Teatina. Il riscontro che abbiamo avuto è stato superiore ad ogni attesa, ora desideriamo che la mostra possa girare l'Italia e il mondo, prima di tornare qui e renderla permanente in un museo o un centro di documentazione, al quale inizieremo a lavorare da subito. Ringrazio la Pro-Loco e tutti coloro che si sono adoperati per la riuscita di questo evento straordinario per la nostra piccola comunità».
A chiudere gli interventi, ci sono stati Francesca Mancini, curatrice della mostra, Bruno Di Paolo, consigliere regionale, Domenico Di Battista, presidente regionale della Federazione Pugilistica Italiana, Amedeo D'Ortona, consigliere provinciale.

03/09/2007 14.21