Iniziata la selezione dei finalisti del I premio di letteratura cinematografica

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

1487

CHIETI. É iniziata la fase decisiva del “I Premio Nazionale di Letteratura e Cinematografia Sportiva, che porterà all’assegnazione dei riconoscimenti in programma per l’8 giugno a Chieti. La giuria si è riunita oggi, infatti nella Sala Giunta della Provincia di Chieti, coordinata dal Vice Presidente Umberto Aimola, nella veste di Segretario Generale del Premio, per una prima selezione dei finalisti, in vista della riunione finale del 16 maggio.
Il Premio si propone di valorizzare i servizi giornalistici, le fiction televisive, le opere cinematografiche nonché le opere letterarie di vario genere, che contribuiscono con i loro contenuti a diffondere una cultura basata sui grandi valori dello sport, come la lealtà, la correttezza, la serietà, la solidarietà, il rispetto dell'avversario, privilegiando l'aspetto sportivo del risultato rispetto a quello economico.
Proposizioni confermate dalle parole di Umberto Aimola, Vice Presidente della Provincia di Chieti con delega allo Sport, che spiega come «anche questo appuntamento sia inserito nelle iniziative promosse dall'Assessorato allo Sport, dalla mostra appena presentata anche a Roma su Rocky Marciano ai Campionati Europei di Basket Femminile previsti dal 24 settembre al 7 ottobre prossimi. Per il Premio appena inaugurato stiamo pensando in grande e per l'anno prossimo abbiamo l'intenzione di coinvolgere anche le scuole di Chieti, che per questa prima edizione ospiteranno i giurati per degli incontri sul tema».
Grandi nomi presenti nella giuria, presieduta da Emanuela Audisio, de La Repubblica, che è composta da: Franco Ascani, Presidente FICTS, Valerio Bianchini, ex coach della nazionale italiana di basket, Giacomo Crosa, TG5, Lorenzo Dallari, Vicedirettore SKY Sport, Roberto Ghiretti, Presidente Studio Ghiretti, Gianni Merlo, giornalista della Gazzetta dello Sport e Presidente AIPS, Gianni Rivera, ex calciatore e consulente per lo Sport al Comune di Roma, Sara Simeoni, campionessa di salto in alto e Jacopo Volpi, Vicedirettore RAI Sport. Nella stessa sono presenti anche i Presidenti degli Enti promotori, Tommaso Coletti, Provincia di Chieti, Edoardo Tiboni, Premi Flaiano e Corinto Zocchi, Premio Prisco.
«Tutte opere contraddistinte però da un certo stile» spiega Emanuela Audisio. «Abbiamo anche scelto come criterio di scambiarci i ruoli all'interno della giuria, noi scrittori giudicheremo le opere audiovisive, mentre gli esperti di tv e cinema avranno il compito di valutare le opere letterarie».
Anche Lorenzo Dallari è molto soddisfatto «di partecipare a questa prima edizione del Premio, e per questo ci tengo a ringraziare il Vice Presidente Aimola. Questa giornata è stata per me un momento di crescita professionale e di confronto che mi ha lasciato degli ottimi spunti. Mi fa piacere che tra le opere segnalate non ci sia la televisione urlata, ma lavori interessanti soprattutto per la loro qualità”.
Un'idea importante anche per Sara Simeoni, che sottolinea come questo “sia un modo efficace di avvicinare i giovani alla lettura tramite lo sport, che mantiene sempre un posto importante nella loro crescita».
07/05/2007 16.25