Una mostra permanente dedicata a Giuseppe Morder

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

1496


PESCARA. La commissione cultura del Consiglio comunale ha approvato questa mattina a larga maggioranza (con una sola astensione) la delibera di indirizzo per l'istituzione di un Museo per la conservazione e mostra permanente di fotografie dedicato a Giuseppe Moder.
Si tratta di un riconoscimento per una delle personalità più illustri di Pescara e simbolo dell'unità fra le due sponde dell'Adriatico. Moder infatti nacque nel 1918 a Zara, in Dalmazia, e si trasferisce a Pescara negli anni Quaranta, dando vita ad una vera e propria scuola d'arte che, nel tempo, si sarebbe ritagliata un ruolo decisivo nella fotografia neorealista italiana. Nel 1956 Moder viene invitato ad esporre le sue opere fotografiche alla Photokina di Colonia, l'anno successivo vince il premio Krushev alla 25 esima mostra internazionale di fotografia di Mosca, nel 1964 alcune opere vengono selezionate per una mostra al Museum of Modern Art di New York. L'artista scompare a Pescara nel 1981.
Ora, dopo anni di oblio, il Comune di Pescara - su iniziativa del consigliere comunale Davide Pace - si propone di assegnare uno spazio per allestire un museo multimediale dove ospitare gli archivi, i saggi, le monografie, cd rom e dvd, che ora non hanno più una casa dopo la risoluzione dell'accordo con il Comune di Città Sant'Angelo che per alcuni anni aveva messo a disposizione un locale.
«E' giusto che Pescara ricordi uno dei personaggi più noti della fotografia neorealista» dice il consigliere Pace, che ha trovato d'accordo anche il presidente della commissione cultura Maurizio Acerbo, l'assessore Adelchi De Collibus e gli altri componenti della commissione.

19/04/2007 14.21