San Vito Chietino. Ecco il "Fondo D’Annunzio": la raccolta dedicata al Vate

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

2852

SAN VITO CHIETINO. Sarà un altro tassello al piano di promozione turistica della città legato ai “Luoghi Dannunziani”.
Il prossimo primo aprile sarà inaugurato – nella sede di San Vito Marina della biblioteca comunale – il “Fondo D'Annunzio”, acquistato lo scorso anno dall'amministrazione comunale.
Si tratta di una raccolta che comprende 240 cartoline su vita, luoghi e vicende dannunziane; 90 libri di Gabriele D'Annunzio, tra cui molte prime edizioni, alcune con dedica; 59 libri di studi sull'opera e la vita di D'Anninzio; 4 lettere autografe; 8 riviste d'epoca con interventi firmati dal Vate; 17 riviste con studi su D'Annunzio; 41 articoli di giornale su D'Annunzio.
E poi ancora libri e giornali dell'epoca - tra cui notiziari e bollettini di guerra - , riproduzioni fotografiche di testi autografi, locandine, articoli su Eleonora Duse e Sarah Berhardt. C'è anche una “chicca”: l'etichetta ideata dal poeta per un liquore prodotto dalla Farmacia Marciani di Lanciano.
«Abbiamo deciso – spiega il sindaco Teresa Giannantonio – di mettere a disposizione tutto il materiale non solo dei cittadini di San Vito, ma anche degli studiosi e degli storici che si occupano di D'Annunzio. Credo sia un patrimonio importante che non poteva essere chiuso in un archivio».
Per il momento la raccolta resterà in biblioteca, ma in futuro il Comune ha intenzione di trasferire i “pezzi” più pregiati nella casa dove D'Annunzio trascorreva le vacanze a San Vito e dove ambientò “Il trionfo della morte”. Per portare a termine il progetto bisognerà però attendere l'esito del contenzioso giudiziario tra l'amministrazione comunale e il proprietario della casa confinante, che finora non ha mai concesso la servitù di passaggio indispensabile per rendere visitabile la stanza del Vate.

27/03/2007 11.14