Tagliacozzo dal Medioevo al '900. Arriva il libro-documentario

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

1934

TAGLIACOZZO. Verrà presentato il prossimo 17 dicembre alle ore 16:30 presso la Sala Consiliare il nuovo volume a cura di Domenico Colasante ''Il Taglio nella roccia, Tagliacozzo e il suo territorio dal Medioevo al Novecento''
Il libro narra la storia di Tagliacozzo, città in provincia dell'Aquila, a partire dal IX secolo, quando per la prima volta i documenti d'archivio testimoniano la presenza di un vero insediamento umano, per arrivare fino alla prima metà del secolo che si è appena concluso.
È una storia che per lunghissimo tempo condivide le sorti del Regno di Napoli e delle diverse dominazioni straniere che si sono avvicendate:
da quella normanna a quella sveva che si chiude tragicamente nel 1268 proprio con la cruenta battaglia di Tagliacozzo a tutto vantaggio degli angioini.
Il libro prosegue fino alle vicende dell'Unità d'Italia, come la repressione del "brigantaggio", gli effetti del prosciugamento del lago Fucino e la modernizzazione delle strade, l'arrivo della ferrovia e della luce elettrica e con essi l'apertura al turismo di massa, all'inizio del novecento, come fattore di quella controversa crescita che avrebbe segnato il secondo dopoguerra.
«È una lunga narrazione», racconta lo scrittore, «che, avvalendosi di un vasto apparato documentario e fotografico, tenta di cogliere non solo le ricadute locali dei grandi avvenimenti, ma anche l'evoluzione della vita quotidiana e quindi la storia della "transumanza" verso la campagna romana, l'avvicendarsi delle stagioni, le trasformazioni urbanistiche, l'architettura e la produzione edilizia, la stupenda piazza del mercato e i suoi portici, le chiese e i palazzi, i mulini e le botteghe. E sullo sfondo di questi scenari non manca il tentativo di ricostruire vicende umane e atmosfere non solo nei momenti tristi della guerra, delle epidemie, dei terremoti e dell'emigrazione ma anche nel tempo felice del lavoro, del mercato, della chiesa e della festa».

L'autore del progetto Domenico Colasante è nato a L'Aquila nel 1949, architetto, specializzato in Pianificazione urbanistica delle aree metropolitane, ha collaborato a lungo con le facoltà di Architettura e di Ingegneria dell'Università "La Sapienza" di Roma nel campo della didattica e della ricerca ed è stato quindi Dirigente del Comune di Roma nei settori dell'urbanistica e dei trasporti.
Negli anni ottanta ha collaborato con la Soprintendenza ai beni architettonici e ambientali della Provincia dell'Aquila per il rilevamento e la catalogazione del patrimonio monumentale dei centri storici della Marsica occidentale ed in particolare di quello di Tagliacozzo.
Ha pubblicato numerosi saggi nel settore della storia urbana di Roma moderna e contemporanea.

14/12/2006 12.31