Giornata di mobilitazione contro gli aumenti delle tasse comunali

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

1415

Giornata di mobilitazione contro gli aumenti delle tasse comunali
PESCARA. Una giornata di mobilitazione per protestare contro l'inasprimento della tassazione Irpef e dei rifiuti urbani, a cui parteciperanno lavoratori e pensionati. La chiedono le segreterie provinciali di Cgil-Cisl-Uil, unitamente alle segreterie provinciali dei pensionati Spi-Fnp-Uilp che hanno scelto come giorno di protesta il prossimo 13 dicembre.
E' stato proprio l'assessore al Bilancio Camillo D'Angelo a comunicare i nuovi aumenti: +10% per la Tarsu («necessario per la messa in sicurezza della discarica», ha anche spiegato) e l'aumento per l'addizionale Irpef che passa da 0,1 a 0,4 per mille.
«E' grave», sostengono le segreterie, «che, nonostante il sindaco e la giunta abbiano sottoscritto un Protocollo d'intesa che prevede l'obbligo del confronto preventivo con le parti sociali, sulle politiche di Bilancio e di Programmazione della spesa,si continui imperterriti con la pratica degli "annunci a mezzo stampa", scavalcando costantemente le regole di concertazione che tutti hanno condiviso».
Nessuno era stato avvertito degli aumenti ma la lieta notizia sarebbe arrivata unicamente dai giornali.
«Inoltre», continuano i segretari, «nel mentre si continuano a chiedere sacrifici ai cittadini e ad esaltare "priorità strategiche"
come il "museo delle meraviglie marine" e "il ponte sul mare", si mantiene un totale disimpegno sul versante delle politiche sociali che restano marginali rispetto alle esigenze e ai fabbisogni di un territorio, in cui vivono oltre 28.000 anziani ultrasessantacinquenni, di cui circa la metà con più di 75 anni».
L'assistenza erogata nel 2006, secondo i dati forniti dagli stessi uffici comunali, è pari a 302 anziani assistiti, con una spesa sociale del Comune pari al 2,8% , «dato assai lontano dall'obiettivo minimo del 5% previsto dal vecchio Piano Sociale.

25/11/2006 12.15