Cultura: presentati "Percorsi teatrali nei musei d'Abruzzo"

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

909

ABRUZZO. Al via per la terza stagione consecutiva dei "Percorsi Teatrali Nei Musei D'Abruzzo", il progetto promosso dall'Assessorato alla Cultura ed attuato dell'Uovo Teatro Stabile d'Innovazione che, questa mattina, in conferenza stampa, hanno presentato l'edizione 2006.
«Percorsi teatrali», ha detto l'assessore, Betty Mura, «è per la Regione Abruzzo un'occasione unica per sviluppare e incentivare la multidisciplinarietà e mettere a valore il ricco patrimonio museale abruzzese. Un progetto che funzione e che siamo felici di sostenere».
E la valorizzazione del patrimonio museale abruzzese, «rappresenta un obiettivo al quale il Servizio Beni Culturali mira», ha aggiunto il Dirigente del Servizio, Paolo Antonetti, «con la programmazione di interventi e di iniziative che coinvolgono i musei distribuiti sul territorio regionale».
Gli interventi di promozione con i Percorsi teatrali, sono curati da l'Uovo Teatro Stabile di Innovazione, che nel suo lungo percorso artistico non ha mai mancato di riferire e collegare l'evento teatrale alla quotidianità della creazione, della fruizione artistica e letteraria nelle sue differenti forme, ed al tessuto connettivo della tradizione culturale e del patrimonio architettonico-ambientale. Non è un caso, infatti, che L'Uovo abbia seguito sempre un indirizzo di ricerca e di creazione artistica imperniato sulla contaminazione e sulla combinazione di forme e linguaggi diversi in funzione di un rinnovamento dello spettacolo teatrale, esaltandone l'originaria ed esclusiva ritualità e facendone oggetto di interesse fra le giovani generazioni.
Pertanto, in linea e come naturale sviluppo dell'esperienza degli anni passati, i Percorsi 2006, concepiti per quattro siti museali, uno per ciascuna provincia, si snodano in una dimensione storica e ambientale unica, nella quale si inscrive simbioticamente la dinamica drammatica di Metamorphoses.
Questa creazione di Maria Cristina Giambruno, maturata nell'ambito della progettualità elaborata da Antonio Massena per il World Year of Physics 2005, e frutto di una straordinaria sinergia culturale e scientifica cui hanno dato vita il Museo Tridentino di Scienze Naturali, il Centro Servizi Culturali S. Chiara, i Laboratori Nazionali del Gran Sasso e L'Uovo Teatro Stabile di Innovazione, ha debuttato nel 2005 proprio nelle sale del Museo di Scienze Naturali di Trento. Dopo una intensa programmazione, che ne ha visto anche l'adattamento per teatro all'italiana, Metamorphoses torna al suo primigenio carattere itinerante per guidare il pubblico nei nuovi percorsi museali abruzzesi.
Metamorphoses verrà replicato fino a mercoledì 22 nel Museo Civico Cascella, prima di far tappa il 25 e il 26 novembre al Museo di Scienze Naturali ed Umane S.Giuliano dell'Aquila, successivamente al Museo Civico Aufidenate di Castel di Sangro dal 30 novembre al 2 dicembre, poi al Museo d'Arte dello Splendore di Giulianova dal 3 al 6 dicembre e infine al MuMi - Museo Michetti di Francavilla dall'10 al 13 dicembre.
Anche quest'anno i Percorsi coinvolgeranno un pubblico differenziato: nei giorni feriali le rappresentazioni sono per le scolaresche, mentre le repliche domenicali sono aperte a tutti.
All'impatto emozionale dello spettacolo seguirà una visita guidata, alla scoperta delle meraviglie di ogni museo.
«Ringraziamo la Regione ed in particolare l'assessore Mura che ha creduto nel nostro progetto», ha commentato Il Direttore dell'Uovo, Ezio Rainaldi, «e ci auspichiamo una sempre più stretta collaborazione per la realizzazione di obiettivi comuni».

16/11/2006 15.55