I volontari a scuola per insegnare la solidarietà

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

1228

PESCARA. Il volontariato entra nelle scuole superiori di Pescara per far “toccare con mano” agli studenti il bello e il vero della gratuità. È questo il senso di “Io, tu… volontari”, il progetto del Centro Servizi per il Volontariato di Pescara per la promozione e la diffusione della cultura della solidarietà nelle scuole superiori del capoluogo adriatico.
L'iniziativa, che prende il via venerdì 10 novembre con un incontro introduttivo, coinvolgerà centodieci studenti e dieci insegnanti dell'Istituto magistrale “Marconi”, dell'Istituto tecnico commerciale “Aterno” e dell'Istituto professionale “Michetti”, che avranno la possibilità sia di conoscere da vicino i protagonisti del volontariato pescarese, che interverranno nel corso di alcuni incontri già programmati, sia di partecipare in prima persona ad alcune interessanti attività proposte dalle associazioni Movimento per la vita, Comunità Volontari per il Mondo, Nuova Acropoli, Anffas, Age, Vides Pescara Onlus, Ceis Centro di Solidarietà Pescara, Telefono Azzurro e Banco Alimentare, scegliendo quella più confacente al proprio temperamento e alle proprie attitudini.
All'appuntamento di venerdì 10 novembre alle 14.30, presso la scuola Santa Caterina in via del Circuito 71, studenti, docenti e rappresentanti delle associazioni parteciperanno all'incontro introduttivo nel corso del quale Massimo Marcucci, direttore del Csv di Pescara, presenterà il progetto, la professoressa Piera Crescenzi parlerà de “Il senso della caritativa”, alcuni studenti già impegnati nel sociale insieme alla volontaria Adelaide Farre metteranno a confronto le loro esperienze; in chiusura sarà presentata la prima, grande occasione di gratuità alla quale già tutti hanno deciso di partecipare: la giornata della Colletta Alimentare, la raccolta di cibo per i poveri in programma il prossimo 25 novembre in tutta Italia, organizzata dal Banco Alimentare.
I progetti delle altre associazioni, che verranno presentati nel corso di un nuovo incontro a dicembre, sono la diffusione di materiale informativo e la partecipazione ad un corso di formazione (Movimento per la Vita), l'ideazione di una campagna di sensibilizzazione sui temi dello sviluppo (Comunità Volontari per il Mondo), la partecipazione a varie attività didattiche sui temi dell'ecologia (Nuova Acropoli), la partecipazione ai laboratori di artigianato insieme ai ragazzi disabili (Anffas), lo svolgimento di attività ludiche e ricreative con i bambini ricoverati presso il reparto di Pediatria dell'ospedale di Pescara (Age), i laboratori di lettura con i ragazzi dai 6 ai 14 anni e un cineforum commentato (Vides Pescara Onlus), la partecipazione alle attività di due comunità educative per minori, della ludoteca e del centro diurno (Ceis Centro di solidarietà Pescara), il coinvolgimento nel processo di informatizzazione della sede locale e con le altre iniziative di raccolta fondi e sensibilizzazione (Telefono Azzurro). Ogni studente che partecipa a “Io, tu… volontari” potrà scegliere in quale progetto specifico coinvolgersi per fare esperienza in prima persona del valore della gratuità. Il tutto si chiuderà al termine dell'anno scolastico con una festa finale. Studenti, docenti e associazioni, inoltre, avranno a disposizione un'intera area del sito Internet www.csvpescara.it, dove trovare informazioni, scambiarsi opinioni e far circolare le immagini realizzate nel corso del progetto.
«Dopo sei anni di corsi di cultura della solidarietà – dice Massimo Marcucci, direttore del Csv di Pescara - questa edizione, che si presenta in forma rinnovata e più coinvolgente con le scuole, ha un carattere sperimentale: l'anno prossimo diventerà una proposta per tutte le scuole superiori di Pescara».

09/11/2006 12.27