Indipendence Day a Roccamorice

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

1379


ROCCAMORICE – Il 20 settembre rappresenta per la comunità di Roccamorice una data storica; nel 1946, infatti, il piccolo centro pedemontano torna ad essere un comune indipendente dopo essere stato, per 17 anni, accorpato a quello di San Valentino.
Era appena terminata la seconda guerra mondiale e con essa la dittatura quando una vera e propria rivendicazione per l'indipendenza comunale, accese l'intera cittadinanza di Roccamorice animata dal motto «Popolo, la virtù non s'insegna, è nel cuore. Ascolta il tuo che è “roccolano” e sarai grande!>.
In ricordo di quei gironi la piazza dinanzi al vecchio municipio fu intitolata “Piazza XX Settembre 1946”.
Il tempo trascorso ha rafforzato ancor di più la convinzione che quelle rivendicazioni e quelle battaglie fossero giuste.
Il sindaco Francesco Palumbo dice «Il patrimonio storico e artistico del nostro paese così come le specificità sociali e culturali delle nostre genti, dovevano necessariamente condurre alla rinascita di una precisa municipalità. In questi sessanta anni, grazie all'autonomia comunale e ai sindaci che la hanno valorizzata, Roccamorice è uscita rapidamente dalle sofferenze della guerre raggiungendo sviluppo, progresso e benessere. Oggi, – ha proseguito il primo cittadino – spetta all'attuale amministrazione e a quella futura non disperdere il senso e la forza della nostra storia e proseguire la strada che conduce alla felicità di tutti. Per celebrare questa occasione storica – ha concluso Palumbo – il gruppo di governo locale terrà, questa mattina, un incontro, presso la scuola media ed elementare, con gli studenti ed i docenti per ricordare le dinamiche che diedero nuova vita al nostro comune. In serata, grazie al patrocinio della Presidenza del Consiglio Regionale, del C.R.A.M., della Provincia di Pescara e della Comunità Montana si terrà, alle ore 21, presso la palestra comunale uno spettacolo teatrale a cura della Compagnia “Teatro del Paradosso” intitolato “Sciopero - Una storia di Zopito”».
Ivan D'Alberto 20/09/2006 9.16