Lutto nel mondo della lirica: morto il tenore Oslavio Di Credico

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

2400

Il 29 Agosto a Bologna, dove risiedeva, è morto il celebre tenore lancianese Oslavio Di Credico, dopo 15 giorni di coma profondo in seguito ad arresto cardiaco, aveva 69 anni.
Di Credico aveva lasciato Lanciano dopo gli studi per trasferirsi a Bologna e da lì intraprendere una lunga e luminosa carriera che lo aveva portato a calcare le scene dei teatri più prestigiosi del mondo (La Scala, La Fenice, Il S. Carlo, Il Bolscioi di Mosca e vari teatri di Tokyo) particolarmente nel repertorio dell'opera moderna spesso in prime assolute di Bussotti, Berio, Testi, Tutino, Ligeti e con Direttori quali Gavazzeni, Abbado, Muti. Negli ultimi tempi la duttilità della voce gli consentiva di esibirsi anche come baritono.
Recentemente a Lanciano aveva fondato, unitamente al M° Francesco Paolo Santacroce l'associazione musicale F.O.M.I., con lo scopo di favorire nella sua terra d'origine la divulgazione dell'opera lirica e valorizzare i giovani talenti. Sempre col M° Santacroce si esibiva in concerti e rappresentazioni di opere memorabili: “La Serva Padrona” e “Cavalleria Rusticana”, di cui era anche regista. Con lui scompare un protagonista della nobile tradizione lirica italiana.
I funerali in forma solenne, si sono svolti a Bologna venerdì 1 settembre, con la partecipazione dei grandi nomi del mondo lirico. La salma sarà tumulata nella cappella di famiglia in Chieti.

04/09/2006 11.01