''Dolcemente piccante'', a Filetto l'arte pasticcera a base di peperoncino

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

6087

FILETTO. Si prevede un pomeriggio «dolcemente piccante» sabato prossimo, 5 marzo, a Filetto (Chieti), paese divenuto la «culla» del peperoncino piccante d'Abruzzo: degustazione, presentazione, equilibrio tra gli ingredienti e originalità - oltre ovviamente all'impiego della spezia che le donne del paese utilizzavano un tempo come «rimedio per gli uomini» - saranno gli elementi in base ai quali un'attenta e competente giuria sceglierà il vincitore del «1° Concorso di arte pasticcera "dolcemente piccante"».

A organizzarlo, con il patrocinio del Comune di Filetto, è l'Accademia abruzzese del peperoncino piccante che ogni estate promuove un festival di gastronomia dedicato proprio al "capsicum annuum", nome scientifico di questa spezia, che puntualmente richiama migliaia di golosi nel territorio della Marrucina.

Dopo la premiazione degli autori del dolce più bello, del dolce più buono e del dolce più originale (i quali riceveranno oggetti in ceramica dipinta a mano), ovviamente chi vorrà partecipare alla manifestazione potrà poi degustare dolci e buffet a volontà.

Sarà l'occasione anche per un breve convegno dedicato al peperoncino: Mauro Cimino, docente di Farmacologia e farmacognosia dell'Università di Urbino, parlerà del "peperoncino da spezia a farmaco"; Gabriella Lombardelli, docente di Chemioterapia all'Università di Urbino, indicherà le proprietà benefiche del peperoncino "oltre sapore e aroma"; eloquente, infine, il titolo dell'intervento di Marco La Corte, esperto e socio dell'Associazione internazionale studio peperoncino e solanacee (Aispes): “Peperoncino che passione!”. Della giuria del concorso di arte pasticcera, oltre ai tre relatori del convegno, faranno parte anche Vincenzo Libertini, preside del Liceo Scientifico di Lanciano; lo chef Peppino Tinari del ristorante “Villa Maiella” di Guardiagrele; Ermanno Di Paolo, docente dell'Istituto professionale alberghiero “G. Marchitelli” di Villa Santa Maria (Chieti).

03/03/2011 15.30