Non c'è pace per Toyo Ito, arriva la mostra-provocazione "Toyo mon Amour"

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

6320

PESCARA. Venti artisti abruzzesi interpretano il “calice rotto” più famoso d'Abruzzo. Una mostra? Una provocazione? “Toyo mon Amour” sarà una mini mostra-provocazione curata dal graphic designer Luca Di Francescantonio e sviluppata da 20 artisti provenienti da tutto l'Abruzzo.

Nel pomeriggio di sabato 22 gennaio sarà visitabile gratuitamente in un luogo di arredamento e design, Patriarca Store, in via Nicola Fabrizi 67/69 a Pescara, a partire dalle 19.

«Il rapporto tra Pescara e l'architetto Toyo Ito, progettatore della scultura in piazza Salotto “Huge Wine Glass”, che dopo poco più di 60 giorni ha ceduto agli sbalzi di temperatura – spiega l'ideatore Luca Di Francescantonio – è un rapporto particolare, a volte difficile, a volte apprezzato. Un rapporto che ci ha portato a ispirarci e proporre quella che, partendo da un esempio di rapporto locale, intende abbracciare una tematica più vasta a livello culturale: che rapporto può esistere tra l’arte contemporanea e l’Abruzzo? Quanto può essere valorizzata o apprezzata? Quanto può essere definita nei giusti spazi? E, in vista dei futuri cambiamenti della piazza: quanto Pescara e l’Abruzzo hanno un respiro “contemporaneo”?».

A partire dalle 17, esponenti dell'arte, della critica e della politica si pronunceranno sulla delicata questione della ricettività abruzzese nel campo dell'arte contemporanea in una tavola rotonda moderata dal direttore del Museo di arti contemporanee di Nocciano Ivan D'Alberto. Al dibattito, dal titolo “L'Arte in Abruzzo: è e sarà Contemporanea?”, interverranno Eugenio Cancelli (architetto, designer e docente di Storia dei Costumi e della Moda presso il Master universitario in Economia e Gestione della moda a Penne), Enzo De Leonibus (artista e direttore del Museo Laboratorio di Città Sant'Angelo), Antonio Zimarino (storico dell'arte), Veniero De Giorgi (artista) e Mauro Bianchini (gallerista). La serata si concluderà con una degustazione di vini Cantina Sangro.

A “Toyo mon Amour” parteciperanno: Erica Abelardo, Ettore Altieri, Nicola Antonelli, Marco Appicciafuoco, Arkilabo, Marco Cardone (artemad), Pedro H. Cavuti, Colleen Corradi Brannigan, deZignStudio, Davide Di Ilio,Vittoria D’Incecco, Claudio Gaspari, Ray K, Eva Laudace, Danilo Maccarone (artemad), Michele Montanaro, Adele Pratt, Pamela Testa, Serena Vizioli, Zo_Loft

Tutte le opere saranno visibili online, a partire da domenica 23 gennaio, sul portale creativo www.enviconcept.com.

21/01/2011 16.54