Atri: torna, con molte novità, la Notte dei Faugni

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

7561

FAUGNI

FAUGNI

ATRI. Il  “sacro fuoco” verrà acceso, come ogni anno, nella serata del 7 dicembre.

La nottata prosegue, tra buon cibo, musica e divertimento, fino all’alba dell’otto dicembre, con l’uscita dei faugni. I fasci di canne ardenti vengono portati in processione lungo le vie del centro storico, fino al grande falò di piazza Duomo, illuminando a giorno la cattedrale che si prepara a celebrare la santa messa in onore dell’Immacolata Concezione. Sacro e profano si fondono, in un rito che da secoli gli atriani rinnovano con sincera partecipazione, il cui fascino  attrae sempre più numerosi visitatori.

Faugni, dal latino “fauni ignis”, fuoco di Fauno. L’accensione di fuochi a fini propiziatori prima del solstizio d’inverno, in onore di Fauno, divinità pagana associata alla fertilità della terra era una pratica diffusa in tutta Europa. Un rito arcaico  e pagano che nei secoli si è mescolato ad elementi religiosi, conservando intatta la sua suggestione  e forza di attrazione.

La buona riuscita delle ultime edizioni ha confermato il fascino senza tempo di una manifestazione  sospesa tra passato e presente, ancorata alla tradizione, ma sempre aperta all’innovazione. In questo senso si inseriscono gli eventi che accompagnano ed animano la notte di festa, un intrattenimento che, offendo l’opportunità di godere dell’evento anche a chi non è del luogo, è da intendere come ulteriore strumento di conoscenza di questa tradizione.

I locali del centro storico e non solo, resteranno aperti per tutta la notte, permettendo a chi viene da fuori di trascorrere piacevolmente l’attesa dell’alba. Un’attesa che sarà allietata, dalla mezzanotte in poi, dall’esibizione di numerosi dj, che cederanno il palco di piazza Duomo, dalle 2.00 fino all’alba, ad un concerto di musica live dei Revolver, con un repertorio anni settanta e ottanta.

La festa prosegue, fino alla serata dell’otto dicembre, per concludersi con lo spettacolo pirotecnico  delle pupe, fantocci dalle sembianze femminili che danzano al suono della banda.

Per l’occasione sarà attivo un servizio di bus-navetta gratuito, messo a disposizione dall’amministrazione comunale. L’invito è quello di sostare le auto nell’area parcheggio allestita a piazzale Alessandrini, zona stadio, e raggiungere il centro storico con la navetta attiva dalle 19.00.   

 03/12/2010 16.04