In mostra a Barisciano le opere di Callisto Di Nardo

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

36821

BARISCIANO. Domenica 11 dicembre, alle ore 16, nelle sale dell’ex convento di San Colombo a Barisciano, sede del Centro Floristico dell’Appennino, sarà inaugurata la mostra personale di pittura dell’artista Callisto Di Nardo, il quale vive ed opera proprio a Barisciano.  

«L’opera grafico-pittorica di Callisto Di Nardo – scrive il critico d’arte Emidio Di Carlo – esalta un “mestiere” di alta qualità tecnica. L’analisi del linguaggio poetico è in progressione evolutiva…L’ordine descrittivo evolve verso un armonioso, ampio e complesso gioco geometrico, con scontato influsso decorativo che frantuma l’aspetto statico unitario dell’insieme favorendo il gioco vibrante della natura».

Come artista, Callisto Di Nardo si dedica espressamente allo studio ed alla rappresentazione delle tematiche legate alla natura ed alla civiltà della sua terra, dimostrando un legame forte con il proprio paese. La sua pittura, originariamente basata sul segno, elaborato in tracciati retti e curvilinei conviventi è andata gradualmente trasformandosi evidenziando la sua raggiunta maturità artistica: il tratto meno visibile, quasi mimetizzato nel colore, varia dai timbri tenui e trasparenti dello sfondo a quelli talvolta accesissimi dei primi piani, proponendo una singolare e magica coesistenza, attraverso un personale linguaggio post-impressionista. Callisto Di Nardo espone i suoi lavori prevalentemente presso il suo studio di Barisciano; negli ultimi anni ha partecipato a varie mostre e concorsi, ricevendo sempre lusinghieri apprezzamenti.

La mostra di Di Nardo fa parte della collettiva "Gli orizzonti del Colore - rassegna permanente di arte pittorica nel Parco Nazionale del gran Sasso e Monti della Laga", organizzata dell'Ente Parco in collaborazione con la società Progetto S. Colombo e l'Associazione culturale "Il Sito" che ne cura la direzione artistica. La rassegna offre numerosi spunti di riflessione sul legame uomo-territorio-natura, che ogni artista interpreta ed esprime in modo personale.

All’inaugurazione, domani pomeriggio, seguirà un aperitivo sulla terrazza dell’Orto Botanico e una visita guidata a quest’ultimo e al CRFA, per l’occasione aperto di domenica. Le opere di Callisto Di Nardo rimarranno esposte fino al 12 febbraio 2012.

10/12/2011 14:31