Una riflessione sulla rivolta civile contro le ingiustizie parlando di Antigone

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

981

PESCARA. L'eroina di Sofocle al centro di un Convegno (8 e 9 maggio nell'Auditorium De Cecco a Pescara ed il 10 maggio nella sala Muspac Museo Sperimentale d'arte drammatica, a L'Aquila), promosso dall'Assessorato alla Cultura e presentato questa mattina con una conferenza stampa.
«Abbiamo accolto e sostenuto con entusiasmo questo seminario sulla figura di Antigone - ha spiegato l'assessore Betty Mura - perchè ritengo che la produzione del Drammateatro, "L'Eredità di Antigone: Passioni tra etica e politica", sia da collocare tra i più alti momenti culturali che hanno luogo nella nostra Regione. Antigone ci ricorda costantemente, con la sua ribellione - ha continuato Mura - come un gesto in apparenza inutile, quale quello che compie con il tentativo di seppellire il fratello Polinice contro l'editto del tiranno Creonte, e pagato con la vita, abbia in se il germe dell'esemplarità, destinato alle generazioni future. Questo è tra gli aspetti che ancora oggi - sottolinea l'Assessore - in chiave etica e politica, l'eroina di Sofocle continua a diffondere con un valore di contemporaneità, assolutamente necessario ed efficace».
Nomi importanti, come Dario Del Corno, grande studioso italiano del teatro dell'antica Gracia, o come la filosofa politica, Francesca Brezzi, e gli altri studiosi ed artisti invitati da Claudio Di Scanno, Direttore del Drammateatro, a comporre un itinerario di pensieri ed immagini rigoroso, qualificano l'evento. «Contribuisce - ha ripreso l'Assessore - all'immagine di una Regione, come l'Abruzzo, che vuole e deve uscire dalle pastoie di certa autorefenzialità, che è un fattore limitante dello sviluppo delle esperienze artistiche e culturali in atto».
Un appuntamento culturale che trae origine dalla straordinaria figura di Antigone, che ancora oggi e con entusiasmante attualità, pone con forza l'interrogativo della rivolta civile al cospetto dell'ingiustizia e della tirannia, del diritto di Fede e di Stato.

07/05/2007 15.26