Donne e… dintorni, torna la rassegna dedicata all’universo femminile

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

3361

TERAMO. Al via oggi “Donne e… dintorni”, il programma di iniziative dedicato alle donne e promosso per il terzo anno consecutivo dalla Commissione Pari Opportunità della Provincia di Teramo. Dal 9 al 30 marzo previsti incontri, dibattiti, spettacoli su vari temi: il lavoro e le situazioni di mobbing che vedono vittime le donne, la figura femminile nella poesia e nella narrativa, l’essere donna nello sport, la disabilità nello sport.
Come è stato illustrato nella conferenza stampa svoltasi questa mattina, in Provincia, si parte domani, venerdì 9 marzo, a Giulianova, con lo spettacolo teatrale “Fermi ad ascoltare. Lotte, speranze, violenze, amori…delle donne del mondo”, messo in scena dalla Compagnia di teatro sociale Magma di Roma. La rappresentazione, in programma alle ore 21 nella sala Kursaal (ingresso libero), affronta molti temi appartenenti all'universo femminile tra i quali in particolare modo quello della violenza. All'iniziativa compartecipano l'assessorato alla Cultura della Provincia di Teramo, l'ufficio della Consigliera di parità provinciale e la Commissione pari opportunità del Comune di Giulianova. La rappresentazione sarà preceduta la mattina da un incontro-spettacolo con gli studenti delle scuole superiori dal titolo “Farfalle in metamorfosi”, in programma nella sala polifunzionale della Provincia, alle ore 10,30.

Si prosegue venerdi 16 marzo, nella sala degli audiovisivi delle Biblioteca provinciale, alle ore 16,30, con il primo appuntamento de “I salotti letterari del venerdi”, che inizierà ad affronterà il tema della figura femminile nell'immaginario poetico e narrativo. All'iniziativa collaborano la Biblioteca provinciale Melchiorre Delfico e l'Ufficio della Consigliera di parità provinciale. Ai saluti del presidente della Provincia, Ernino D'Agostino, e dell'assessore provinciale alla Cultura Rosanna Di Liberatore, seguiranno gli interventi del direttore della biblioteca Luigi Ponziani e della docente Bianca Micacchioni Zuccarini, Consigliera di parità provinciale.

Il terzo appuntamento è in programma martedi 20 marzo, al Palazzo dei Duchi D'Acquaviva di Atri, con il convegno “Essere donna nello sport: identità e differenza”, promosso dalla Commissione provinciale per le pari Opportunità in collaborazione con il Corso di laurea in Scienze giuridiche, economiche e manageriali dello sport dell'Università degli Studi di Teramo. Modererà l'incontro Maria Provvisiero, vice presidente della Commissione per le Pari Opportunità. Interventi di Fiammetta Ricci, docente dell'Università di Teramo, delegata al collegio regionale e nazionale dei maestri di sci-settore disabilità), Caterina Provvisiero (docente in scienze motorie al Liceo scientifico, supervisore del tirocinio presso la S.I.S.S. di scienze motorie Università di Teramo), Daila Dameno (atleta paralimpica di sci alpino categoria Sitting- argento e bronzo Torino 2006), le atlete abruzzesi che hanno ottenuto medaglie. Conclusioni dell'assessore Rosanna Di Liberatore. Saranno affrontati i temi della disabilità nelle attività sportive e le discriminazioni legate alla maternità che le atlete subiscono.

La rassegna si chiuderà venerdi 30 marzo, alle ore 16,30, nella sala consiliare della Provincia, con il convegno su “Mobbing al femminile”. L'incontro sarà moderato da Monia Pecorale, sindacalista della Cgil. Relatori saranno l'avvocato Marina Rosci, la docente Pina Bizzarri (Università di Teramo), la psicologa Pina Vallese (Università di Chieti). Interverranno anche altre sigle sindacali e rappresentanti istituzionali. Conclusioni di Bianca Micacchioni.
«L'iniziativa – è stato il commento della presidente della CPO, Germana Goderecci - rientra nelle funzioni istituzionali della Commissione, orientate a sensibilizzare l'opinione pubblica intorno ai temi dell'universo femminile. E' un appuntamento annuale che finora ha riscosso consensi e una buona partecipazione da parte del pubblico. Quest'anno affronteremo temi poco esplorati, come quello dello sport, e comunque non solo legati alle donne, come la disabilità. Con il convegno sul mobbing iniziamo invece una forma di sensibilizzazione che, si spera, possa portare ad azioni concrete di contrasto contro questo fenomeno sempre più dilagante. C'è poi il tema della violenza, sul quale la Commissione sta lavorando da tempo, in collaborazione con la Provincia, in vista della creazione di un centro antiviolenza a Teramo».
La presidente della Cpo ha ricordato anche le iniziative in atto per sollecitare modifiche negli statuti degli enti locali al fine di garantire la presenza femminile nelle giunte. «E' una questione di democrazia», ha detto Germana Goderecci.
Un punto sul quale si è soffermata anche Marina Rosci, vice presidente della Cpo: «A volte si dimentica che garantire le pari opportunità è un dovere della Repubblica. Bisogna inoltre fare uno sforzo per stare al passo con quelle che sono le linee e la normativa in ambito europeo. Stiamo lavorando, ma le resistenze sono tante».

09/03/2007 9.00