9 maggio: il volo Pescara-New York diventa realtà

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

2900

Parte il 9 maggio prossimo il primo volo di linea Pescara-New York.
L'annuncio è stato reiterato stamane dall'assessore al Turismo, Enrico Paolini, che ha anche illustrato i dettagli del nuovo collegamento aereo dall'aeroporto di Pescara.
Con Paolini a presentare il volo, considerato «evento di portata storica per l'Abruzzo», c'erano anche i vertici di Promuovitalia, Piergiorgio Togni e Mario Ceccarelli, l'amministratore delegato di Eurofly, la compagnia che gestirà il collegamento aereo, Armando Brunini, e il sindaco di Pescara, Luciano D'Alfonso. Nel dettaglio, il Pescara-New York avrà frequenza settimanale con partenza ogni mercoledì da Pescara alle ore 13,20 e ritorno con volo notturno dall'aeroporto Jfk terminal 4 il martedì.
Farà scalo all'aeroporto di Bologna ed avrà un costo iniziale di 299 euro escluso tasse aeroportuali (il costo complessivo dovrebbe aggirarsi sui 530 euro).
«E' stata una grande operazione - ha esordito Enrico Paolini - frutto di un lavoro lungo e faticoso. Inseguiamo questo obiettivo da circa un anno e lo abbiamo fatto in silenzio, senza alcun clamore mostrando anche una grande capacità di organizzativa e di rapporti. Il Pescara-New York è stata affidato ad una compagnia serie ed emergente, la Eurofly che ha vinto il bando pubblico promosso da Promuovitalia».
L'assessore al Turismo e coordinatore nazionale ha tenuto a sottolineare che «il risultato è frutto di un'azione concentrica di Enit-Promuoitalia e Regione Abruzzo», ma anche annunciato che «i primi cittadini statunitensi che giungeranno a Pescara con questo volo saranno i 300 tour operator e giornalisti americani che parteciperanno dal 18 al 22 aprile all'evento turistico più importante dell'anno: il Symposium 2007».
«Sul Pescara-New York», ha spiegato Armando Brunini, vicepresidente commerciale di Eurofly, «saranno utilizzati moderni e nuovi Airbus A330 con 256 posti in classe economica. È una tratta sulla quale crediamo molto e siamo pronti ad investire - ha aggiunto -. Nostre rilevazioni scientifiche ci hanno segnalato che un 1/3 dei turisti americani è tornato almeno due volte in Italia. Siamo convinti che la destinazione abruzzese possa confermare, se non rafforzare, in futuro questo dato. Di «grande risultato ottenuto», hanno parlato Piergiorgio Togni e Mario Ceccarelli di Promuovitalia, società di promozione dell'Italia all'estero che parte rilevante ha avuto nella gestione e organizzazione del volo.
«Esprimo la mia particolare soddisfazione - ha detto Mario Ceccarelli - per l'inaugurazione di questa nuova tratta aerea, a cui abbiamo potuto partecipare grazie al programma di promozione che stiamo attuando insieme con il coordinamento nazionale degli assessori al Turismo».
Dal canto suo Piergiorgio Togni, stretto collaboratore del vicepremier Rutelli, ha spiegato che l'allestimento del volo aereo Pescara-New York «è solo il primo atto di un programma del Governo sulla destagionalizzazione delle presenze turistiche con uno stanziamento di 6 milioni di euro. Saranno interessati - ha aggiunto Togni - 16 aeroporti in 12 regioni con l'allestimento di nuovi voli aeri della durata minima di otto mesi e potenziamento di quelli già esistenti per un massimo di due anni».

13/01/2007 12.43