Beni culturali e ambientali, corsi per la europrogettazione

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

2104

TERAMO. Sedici conferenze e otto seminari che verranno svolti in 4 Comuni - Giulianova, Atri, Campli e Nereto - destinati a giovani interessati ad apprendere tecniche e competenze della europrogettazione nei settori della cultura e dell’ambiente.
Grazie ad una convenzione firmata fra la Provincia, i Comuni di Atri, Campli, Giulianova e Nereto, partirà un corso per giovani maggiorenni – residenti nei Comuni che hanno sottoscritto la convenzione – interessati a intraprendere la via dell'europrogettazione come attività professionale. Agli interessati – residenti nei Comuni che hanno aderito - è richiesta una conoscenza non superficiale del patrimonio storico, artistico, culturale e naturalistico del territorio e un'ottima conoscenza dell'inglese scritto e parlato.
La quota di partecipazione a carico del partecipante è di 500 euro. La restante parte dei costi è coperta dagli enti coinvolti – 4000 euro a Comune.
«L'aspetto più interessante dell'iniziativa – commenta l'assessore provinciale alla cultura, Rosanna Di Liberatore - è che il corso è organizzato con la formula del project work. Quindi, ogni studente proporrà e realizzerà un progetto che verrà presentato a finanziamento nella prossima stagione dei bandi europei. Se il progetto viene approvato allo studente sarà garantito dal Comune un contratto di collaborazione per la durata della realizzazione».
Verranno formati quattro gruppi di lavoro ed oguno di essi elaborerà un'idea progettuale collegata al territorio di riferimento. Se il progetto verrà finanziato dall'Unione Europea, il Comune garantisce la sua realizzazione e contratti di collaborazione per i ragazzi che l'hanno ideato.
L'idea è nata sotto il patrocinio della Provincia di Teramo e verrà realizzata dal Forum Europeo delle Associazioni culturali – rete di associazioni di volontariato europeo per la cultura –in collaborazione con l'Università di Ferrara e con quella di Teramo.
L'iniziativa è stata presentata questa mattina in Provincia dalla presidente del Forum, Adriana Martini. Sono intervenuti, fra gli altri, il vicesindaco di Giulianova, Francesco Mastromauro; il sindaco di Campli, Mauro Stucchi. Gli amministratori locali hanno sottolineato l'intenzione di orientare la progettazione verso sistemi di valorizzazione e gestione dei siti archeologici. Il corso inizierà il 2 marzo a Giulianova. Il 9 e il 10 le lezioni si svolgeranno a Nereto; il 23 e il 24 ad Atri; il 30 e il 31 a Campli.
12/01/2007 14.03