La festa di Sant’Antonio per abruzzesi e molisani di Milano

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

1420

RHO. Puntuale, come ogni anno dal 1987, si ripresenta a gennaio la tradizionale “Festa di S. Antonio” organizzata dalla associazione abruzzese e molisana “La Maiella”. Il luogo è Rho (Mi) per celebrare la ricorrenza del Santo e per riproporre un “incontro tra tradizioni”. L’appuntamento è per sabato 20 alle ore 20 al ristorante Fiorenza di via Castelli Fiorenza, 21.
Un incontro fra le tradizioni lombarde ed abruzzesi molisane accomunate da una venerazione verso Sant'Antonio Abate ancora viva ed attuale nelle tre regioni. Comune è infatti la tradizione del “Falò”, cioè l'accensione, nella serata del 17 gennaio, di quel fuoco purificatore che nella tradizione popolare consentiva di liberarsi dai peccati e invocava la protezione del Santo sulle case, gli animali domestici ed i campi sui quali veniva sparsa parte della cenere del grande falò.
L'associazione “La Maiella” di Rho, molto attiva sul territorio, ha ripristinato la “Festa di S. Antonio” e, da 20 anni, organizza nella serata del sabato più vicino al 17 gennaio, un grande incontro conviviale, a base di prodotti tipici abruzzesi e molisani, al quale partecipano alcune centinaia di persone.
«La “Festa di S. Antonio”», spiegano gli organizzatori, «rappresenta, da sempre, una straordinaria e piacevolissima occasione di ritrovarsi, non solo per gli abruzzesi e molisani che vivono in Lombardia ma anche per tutti i cittadini da qualsiasi regione provengano, che si ritrovano in questo simbolico “incontro fra tradizioni” il cui significato è proprio quello di accomunare le persone, confrontare e valorizzare le tradizioni di ognuno e far crescere il rispetto e la reciprocità dei cittadini».
Le specialità? “Scamorze, presutte e savicicce nustrane ‘nghe le lenticchie – Sagn'e fasciule, - Purchetta 'nghe le patane a lu forne – Cellitte di S. Antonio e dulciarille, – Montepulciane d'Abbruzze e …acque a vuluntà!”.
La porchetta, le salsicce, il formaggio pecorino, il prosciutto e le scamorze affumicate, i dolcetti tipici arriveranno, come sempre, appositamente dall'Abruzzo e dal Molise.

08/01/2007 10.23