Giornata della Pace: Il 12 rassegna cinematografica a Teramo

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

1407

TERAMO. Capire la guerra per apprezzare la pace. La Regione ha scelto il cinema per celebrare la giornata regionale per la pace e i diritti umani, istituita in coincidenza con la Dichiarazione universale dei diritti umani da parte dell'Assemblea generale delle Nazioni Unite del 1948.
Cinema d'impegno quello che, martedì prossimo, 12 dicembre, sarà protagonista alla multisala "Smeraldo" di Teramo.
«Abbiamo deciso - ha spiegato l'assessore regionale alla Cultura con delega alla pace, Betty Mura - di puntare sul conflitto dei Balcani per affrontare un tema fondamentale quale quello della pace. La pace è un percorso che ha come base di partenza la non violenza e, quindi, abbiamo inteso affiancare ai classici convegni sul tema le immagini, più eloquenti, a volte, di mille parole».
Ad illustrare le peculiarità dell'iniziativa, al palazzo dell'Emiciclo dell'Aquila, i responsabili del Cineforum Teramo Lumiere, Dimitri Bosi e Paolo Marini, che, insieme alla Regione, hanno curato la manifestazione.
La giornata della pace si articolerà in due tranche, una la mattina per gli studenti del Teramano, l'altra in serata, a partire dalle 21, per il pubblico. Il programma prevede la proiezione di tre cortometraggi: "Racconto di guerra" di Mario Amura, "Profese reporter" di Miloje Popovic e "(A)torzija" di Stefan Arsenijevic, e di un lungometraggio: "Il segreto di Esma" di Jasmila Zbanic, premio per la pace all'ultimo festival di Berlino.
A seguire, un dibattito con i registi Popovic ed Amura e con un rappresentate dell'agenzia di stampa Peace Reporter, entità strettamente legata ad Emergency.

11/12/2006 8.56