L’Aquila nel programma di Rai International "Belpaese"

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

1095



Una troupe del programma di Rai international “Belpaese” sarà in città venerdì e sabato prossimi per effettuare alcune riprese in previsione di una puntata dedicata al capoluogo abruzzese.
L'iniziativa è stata organizzata dal presidente del Comitato “Perdonanza celestiniana 2006”, Alberto Mazzocco, per far sì che l'attenzione intorno alla manifestazione ed a Celestino V resti sempre, per tutto l'anno, fino alla prossima edizione. Filo conduttore dello speciale sarà il libro “La rivelazione dell'Aquila”.
La trasmissione, che avrà la durata di un'ora e che racconterà l'intera provincia con un ampio spazio sull'Aquila, descriverà il territorio seguendo direttrici alternative rispetto agli itinerari classici con l'obiettivo di cogliere quel quid di leggende, gioielli d'arte, cultura antica e tradizioni che cela il mistero del Belpaese.
«Ogni puntata – spiegano dalla produzione – sarà una tappa che condurrà alla scoperta di una provincia, per capirne gli intrecci reconditi che gli antichi viandanti seguivano, dalla terra al mare, spinti dal desiderio di conoscenza, dalla fede e dalla tensione ideale di perdersi tra i confini geografici per essere a tutti gli effetti cittadini del mondo».
L'intento è quello di riproporre al pubblico quello spirito che ha animato i grandi viaggiatori del passato e presentare il Paese dei padri attraverso il suo volto nobile, lontano dalle attrattive commerciali e turistiche. E' in fondo anche un tentativo simbolico di tagliare il leggendario nodo di Gordio per unire tutti i nostri connazionali che vivono all'estero attraverso la riscoperta delle loro radici.
«Ritengo sia importante – ha spiegato Mazzocco – continuare a tenere vivo l'interesse nei confronti della nostra città anche dopo la settimana della Perdonanza così da creare un collegamento continuo con l'edizione dell'anno seguente. Inoltre l'attenzione che le trasmissioni delle reti nazionali ci stanno riservando è la dimostrazione che l'evento celestiniano può essere considerato il traino più importante per L'Aquila che, cogliendo queste occasioni mediatiche, può farsi conoscere non solo in Italia ma in ogni parte del mondo».

19/10/2006 10.19