Editoria. Un altro volume alla ricerca delle radici storiche tra ‘800 e ‘900

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

1252

CASACANDITELLA. “’800 e ‘900 a Casacanditella e Semivicoli”, un volume finalizzato alla ricostruzione della storia di Casacanditella e Semivicoli attraverso la ricerca e lo studio dei documenti d’archivio per recuperare la memoria storica. Ecco le ragioni della iniziativa editoriale del Comune di Casacanditella che segue quella del 2003 (Catasto Onciario), presentata nei giorni scorsi.

«Questo lavoro», ha spiegato il sindaco Bruno Della Pelle, «rappresenta una ulteriore tappa lungo il percorso volto alla ricerca e approfondimento delle nostre radici, un percorso che deve costituire punto di riferimento per lo sviluppo di iniziative che possano valorizzare il nostro territorio e favorire l'avvicinamento dei cittadini, in particolare dei giovani, ad una più profonda consapevolezza della propria identità storica e culturale, come imprescindibile patrimonio genetico sulla base del quale sviluppare i rapporti e le relazioni con gli altri e al quale riferirsi nell'agire quotidiano».
Le pagine offrono un quadro degli interventi amministrativi, edilizi ed infrastrutturali posti in essere nel corso dell'Ottocento e del Novecento: dagli atti amministrativi con i quali fu disposta l'abolizione della feudalità, a quelli relativi alla disciplina dei rapporti tra le autorità pubbliche centrali e periferiche, le direttive ministeriali di attuazione e così via.
Così, in questo volume, vengono riportate le vicende amministrative ottocentesche relative alla realizzazione del cimitero ed alla costruzione delle strade interne ed esterne al centro abitato.
Particolare interesse rivestono, inoltre, le trascrizioni degli atti amministrativi e contabili relativi ai bilanci del Comune che forniscono utili spunti per comprendere le esigenze primarie che l'Amministrazione all'epoca doveva soddisfare, e consentono di ricostruire, almeno in parte, le condizioni di vita della comunità locale.
«Nella ricerca condotta nel presente volume», si legge nella prefazione, «è stata inoltre riservata una particolare attenzione alle vicende successive al secondo conflitto mondiale: viene, tra l'altro, riportata una significativa corrispondenza intercorsa tra l'amministrazione comunale e le Autorità di governo centrali nella quale si evidenziano le condizioni di assoluta inadeguatezza in cui si svolgevano, nel nostro paese e nel suddetto periodo, le attività scolastiche. Trattasi di una serie di accorate segnalazioni che l'allora Sindaco rivolse, a partire dal 1948, al Governo per ottenere un adeguato contributo per l'acquisto di arredi per le scuole: l'assoluto stato di necessità in cui effettivamente versavano le scuole indussero quell'Amministratore ad interessare addirittura il Capo dello Stato al quale, a sostegno della fondatezza delle sue richieste, inviò anche prove fotografiche di quanto affermava nelle sue richieste: le foto sortirono l'effetto voluto».
«Con tanta speranza», conclude il sindaco di Casacanditella, «rivolgo un cordiale saluto a tutti gli abitanti di Casacanditella e Semivicoli, unito ad un pensiero di affetto e di amicizia a nostri compaesani che vivono all'estero (Europa, USA, Canada, Argentina, Brasile, Venezuela, Australia, ecc.) ai quali cercheremo di far pervenire copia del presente volume a testimonianza di un legame, che la distanza e il tempo non possono recidere».

16/10/2006 13.25