Giornate europee del patrimonio: ecco dove andare a Pescara e dintorni

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

2156

PESCARA - “Un patrimonio venuto da lontano”: questo il nuovo slogan che descrive le giornate europee dedicate alla cultura, le quali si svolgeranno il prossimo 23 e 24 settembre. Anche quest’anno, infatti, sarà possibile riscoprire le bellezze e i tesori del bel paese spesso nascosti e conosciuti solo dagli addetti ai lavori.
Tutta la provincia di Pescara aderisce all'iniziativa attraverso il pacchetto-proposte denominato “Andar per musei”; elenco di tutte strutture culturali presenti sul territorio provinciale, le quali hanno programmato eventi di grande rilevanza.
«Attraverso la visita dei musei e la conoscenza del patrimonio storico-artistico, sarà possibile recuperare la propria identità culturale». Così l'assessore provinciale, Paolo Fornarola descrive la grande opportunità che si prospetterà, agli abruzzesi, durante queste due giornate. Solo nel capoluogo Adriatico è possibile trovare tantissime occasioni; sabato 23, alle ore 10.30, ci sarà la proiezione di un video tratto dall'opera “Storia della Shoah”, presso l'auditorium dell'Istituto Magistrale “G. Marconi”.
Il filmato è stato fornito dalla casa editrice Utet e sarà seguito da una tavola rotonda dal tema “Per un patrimonio comune della civiltà europea: storia e memoria della Shoah”; presenti la caporedattrice dell'opera, Gabriella Vinciguerra e il direttore della biblioteca provinciale di Pescara, Enzo Fimiani.
Al museo civico “B Cascella”, invece, sabato e domenica, dalle 9 alle 13, sarà possibile visitare la mostra “La terra dei fotografi”; rassegna realizzata grazie alle foto provenienti dall'archivio del “Moder museo abruzzese della fotografia”.
Per le due giornate, al museo “V. Colonna”, è stata posticipata la chiusura della mostra “Il mosaico nel tempo”; antologia di Bruno Zenobio dedicata all'arte del mosaico non più considerata una pratica minore.
Il museo rimarrà aperto sabato e domenica dalle 9 alle 13 e dalle 18 alle 23. Presso il museo delle “Genti”, sabato 23, alle ore 18, si terrà un incontro denominato “Il museo e la didattica studiata per i ragazzi”; appuntamento che offre, alle nuove generazioni, l'occasione di scoprire le proprie radici culturali attraverso laboratori interattivi di archeologia, storia ed etnografia.
Si difende bene anche il territorio; a Spoltore, ad esempio, presso la “Casa della Cultura”, da domenica 24 fino al primo ottobre, sarà possibile visitare la mostra intitolata “Strumenti musicali antichi e costruttori d'oggi”.
L'inaugurazione dell'esposizione avverrà alle ore 17 e sarà seguita da un concerto del trio Maurizio Pratola, Luigi Tufano e Sandro Rancitelli.
A Nocciano, presso il “Museo delle arti” sito all'interno del castello medievale, sabato 23, alle ore 17, ci sarà il convegno “Ingegnere italiano fra scienza e arti”; organizzato in occasione del 101° anno dalla nascita di Dino Tonini e patrocinato dall'associazione nazionale “Difesa del suolo”.
A Popoli, invece, presso la Taverna Ducale, sede della Sovrintendenza PSAE, sabato 23, alle ore 17.30, ci sarà una conferenza video dal titolo “Un rituale venuto da lontano: la festa di Santa Gemma a Goriano Sicoli” curata da Paola Di Giannantonio. In questi due giorni tutti i musei e i vari eventi saranno ad ingresso libero.
Ivan D'Alberto 19/09/2006 21.08