Conoscere le chiese di Lanciano: secondo appuntamento nel centro storico

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

1545

LANCIANO. “La via delle Chiese”: II appuntamento di “Conoscere il centro storico in quattro itinerari”, il 28 luglio a Lanciano.
Dopo il primo appuntamento dedicato alle residenze patrizie della città , il secondo itinerario di scoperta sarà dedicato al tema religioso.
Alle ore 21, in piazza del Plebiscito, partirà il percorso: il curatore, Domenico Maria del Bello, illustrerà gli antichi riti pagani e i templi che, secondo la tradizione, sorgevano nell'antica Anxanum.
Tra i diversi luoghi, ad esempio, l'antico tempio di Marte: sarebbe sorta, sopra l'antico tempio romano, la Chiesa di San Longino, oggi conosciuta come San Legonziano, ritenuta essere sede nel'VIII secolo del famoso Miracolo Eucaristico. Nel XIII secolo, nello stesso luogo, giunsero i Francescani ed edificarono il loro convento e la Chiesa omonima. Dopo i lavori condotti agli inizi degli anni '90, dal complesso del Miracolo Eucaristico, si può passare attraverso un percorso sotterraneo creato ad hoc e raggiungere la cripta dell'antica Chiesa dell'Annunziata. Questa Chiesa è stata la prima cattedrale della città, nel 1515, ed era collocata nei pressi dell'attuale imbocco dell'odierno corso Trento e Trieste, in piazza del Plebiscito. Fu demolita all'inizio del 1800 durante il rifacimento della facciata della Madonna del Ponte.
La venerazione per la Santa Patrona della città si diffuse rapidamente dal XIII secolo in poi, fino a riuscire nel XVIII secolo a soppiantare il veneratissimo e più antico protettore della città, San Maurizio, santo-guerriero morto sotto Diocleziano: secondo la tradizione San Maurizio avrebbe ricevuto in consegna la lancia di Longino, con la quale venne trafitto il costato di Cristo…

Un nuovo affascinante percorso durante il quale sarà possibile visitare molti dei luoghi legati a queste antiche e avvincenti storie della città frentana.

I luoghi del cuore.
Come sottolineato anche nello scorso articolo, all'iniziativa partecipa anche la delegazione di Lanciano del FAI, Fondo per l'Ambiente Italiano, nell'ambito della campagna “I Luoghi del Cuore”. Tutti i partecipanti alle visite riceveranno una cartolina nella quale potranno indicare un luogo della città particolarmente caro al loro cuore e che vorrebbero preservare per sempre. Le cartoline potranno essere spedite oppure consegnate ai responsabili FAI, o presso la filiale di Banca Intesa. Un'occasione importante per una partecipazione attiva e concreta alla salvaguardia delle proprie radici cittadine.

Ernesto Valerio 27/07/2006 9.10