Il Libro come Opera d’Arte al Museo di Nocciano

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

13896




NOCCIANO. Il libro-opera è un libro nel senso tradizionale del termine, il quale è però interamente progettato dall'artista che ne fa un'opera unitaria, reiterabile e a larga diffusione.
Gli esempi migliori possono essere ricondotti ai libri di Filippo Tommaso Marinetti, di Arturo Martini, di Fortunato Depero, di Henri Matisse, di Bruno Munari, di Lucio Fontana, di Alighiero Boetti e di Francesco Clemente. Ovviamente questo genere artistico è vivo e vegeto anche in età contemporanea con molti esempi realizzati da grandi artisti quali Kunnelis, Franco Angeli, Pistoletto, Kosuth e molti altri ancora.
Anche la regione Abruzzo può vantare diversi protagonisti in questo settore, basti pensare che la prima stamperia d'arte nasce a Pescara con la famiglia Cascella alla fine dell'Ottocento.
La mostra che il Museo delle Arti di Nocciano intende proporre al pubblico è un'esposizione che offre un viaggio storico attraverso alcuni libri d'artista partendo dai primi esempi dell'Illustrazione Abruzzese fino ad arrivare ad alcuni lavori realizzati in età contemporanea.
In esposizione non solo libri-opera di autori abruzzesi ma anche di alcune grandi personalità del mondo dell'arte internazionale che hanno consegnato notorietà a questo genere artistico.
In mostra, infatti, anche opere di Bruno Munari, Michelangelo Pistoletto, Alfredo Pizzo Greco, Eliseo Mattiacci ed altri. Partner del progetto la Biblioteca provinciale ‘Gabriele d'Annunzio' di Pescara, la rivista Parallelo 42, che nel giorno del vernissage sarà rappresentata dalla direttrice Mariantonietta Firmani, l'Archivio Franco Angeli di Roma, lo Studio 2B di Bergamo e collezionisti privati. La mostra è a cura di Ivan D'Alberto, direttore del Museo delle Arti di Nocciano, il quale interviene sul catalogo dell'esposizione con Enzo Fimiani, storico nonché direttore della Biblioteca Provinciale ‘G. d'Annunzio' di Pescara.
La mostra resterà aperta dal 2 al 23 Maggio. Orari visita: sabato dalle 10.00 alle 12.30, domenica dalle 16.00 alle 18.30. Vernissage: domenica 2 maggio 2010 ore 18.00


30/04/2010 8.44