Chiude i battenti la mostra su Flaiano al Mediamuseum

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

5511


PESCARA. Venerdì 30 aprile, alle ore 17,30, al Mediamuseum si svolgerà la manifestazione di chiusura dell'intenso programma di celebrazioni organizzato dall'Associazione Culturale Ennio Flaiano e dalla Fondazione Tiboni per onorare il Centenario della nascita di Ennio Flaiano.
Lo scrittore pescarese è stato ricordato con una mostra, un convegno, un ciclo di proiezioni e di documentari, alcuni spettacoli teatrali e un concorso che ne hanno ricostruito l'opera svolta in diversi ambiti della cultura e dello spettacolo italiano del Novecento, opera che lo ha reso un personaggio popolare e attuale ancora oggi per la carica morale della sua satira e per il valore profetico di tanti suoi scritti.
Le celebrazioni hanno avuto inizio il 5 marzo scorso con l'inaugurazione della Mostra nazionale "Ennio Flaiano, scrittore 'minore' satirico dell'Italia del benessere", realizzata dall'Associazione culturale Ennio Flaiano con la collaborazione dell'Università degli Studi di Pavia - Centro di ricerca sulla tradizione manoscritta di autori moderni e contemporanei.
La mostra, che raccoglie materiali biografici e documenti, è stata allestita nella sezione del Mediamuseum dedicata a Flaiano e ha offerto ai circa tremila visitatori l'opportunità di entrare nel laboratorio della sua scrittura esponendo i taccuini, gli appunti, gli schizzi, i dattiloscritti che precedettero e accompagnarono la stesura delle sue opere, sia quelle edite in vita sia postume. I documenti, custoditi dopo la morte dello scrittore nel Fondo Flaiano di Pavia, al quale furono ceduti da Rosetta Flaiano, sono stati interamente esposti al pubblico per la prima volta a Pescara nell'eccezionale occasione del Centenario.
Insieme alla mostra, che chiuderà il 30 aprile, si concludono al Mediamuseum le proiezioni dei film sceneggiati da Flaiano e dei documentari dedicatigli da diversi registi, un significativo programma di visioni che ha riscosso un grande seguito di pubblico, in particolare degli studenti delle scuole superiori della provincia di Pescara e di Chieti che hanno così colto una preziosa per conoscere film come La dolce vita, 8 e 1/2, La notte, che hanno segnato tappe miliari nella storia del cinema italiano del Novecento.
In occasione della chiusura della mostra si svolgerà la cerimonia di premiazione del Concorso "Ennio Flaiano e il Mediamuseum", indetto dalla Fondazione Edoardo Tiboni, al quale hanno partecipato numerosi concorrenti. Vincitori della prima sezione, ai quali spetta un premio di 1500 euro, sono risultati Franca Di Muzio e Petra Trivilino, mentre per la seconda sezione la Giuria, presieduta da Lucilla Sergiacomo e composta da Davide Campolieti, Gian Piero Consoli, Serenella Di Michele e Marina Marino, ha assegnato un premio di 1000 euro a Caterina Di Loreto, studentessa del Liceo Classico Gabriele d'Annunzio di Pescara.
Durante la manifestazione saranno proiettate testimonianze video su Ennio Flaiano di Giovanni Spadolini, Paolo Milano e Cesare Garboli e il documentario Una strada, un film, un vecchio poeta alla presenza dell'autrice Anna Cardone.
L'ingresso è gratuito.
29/04/10 16.45