La storia di Roseto in un documentario realizzato in 8 anni

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

5216



ROSETO DEGLI ABRUZZI. Si chiama "150 anni – La Storia di Roseto (1860-2010)", il film documentario realizzato da William Di Marco, edito da Cerchi Concentrici Promotor e patrocinato e supportato dall'Amministrazione Comunale di Roseto degli Abruzzi.
Il film-documentario, realizzato nel corso di ben 8 anni di lavoro, ha una struttura molto articolata e piena di rimandi alla storia nazionale e sarà presentato al pubblico nel corso di 4 serate ad ingresso libero, dal 12 al 15 aprile 2010, che si svolgeranno al cinema Odeon di Roseto degli Abruzzi, con inizio alle ore 20.45.
La realizzazione ha visto il coinvolgimento di un'intera redazione storica, che ha analizzato documenti e note d'archivio, oltre a un numero enorme di ore di filmati, per poterne selezionare alcuni da accompagnare alla narrazione della storia locale.
Molte le particolarità e le rarità, il tutto controllato dal rigore storico e dalla ricerca continua che un lavoro del genere ha necessariamente richiesto.
Il film-documentario è suddiviso in quattro parti e ha una durata complessiva di circa tre ore (Le Quote 36 minuti, Rosburgo 41', Roseto degli Abruzzi Prima Parte 44', Roseto degli Abruzzi Seconda Parte 47'). Per questo è stata scelta la ripartizione dell'evento in quattro serate, rendendo più fruibile la narrazione e unendo a ogni proiezione un piccolo spettacolo, un approfondimento e un momento di premiazione.
«Ringrazio William Di Marco e tutti coloro che lo hanno supportato nella realizzazione di questa importante opera», ha detto il sindaco Franco Di Bonaventura.
«Un film-documentario che aiuta noi tutti a comprendere meglio la città in cui viviamo, potendo conoscerne le radici e i fatti che l'hanno portata alle molteplici mutazioni avvenute nel corso di 150 anni. La volontà dell'Amministrazione Comunale, che ha supportato il progetto, è che quest'opera diventi patrimonio culturale della città, mediante una conoscenza capillare da parte dei cittadini».

08/04/2010 15.14