A Campli il gioco del Cucù per chiudere le feste

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

14047



CAMPLI. Tra le tradizioni legate al Natale, n'è rimasta un'antica, ancora praticata a Campli. Si tratta del dilettevole gioco del Cucco o Cucù chiamato anche “Tuffo”.
Nato in Italia nel XVI secolo e diffusosi nel XVIII in tutta l'Europa, oggi il Cucù, con le specifiche carte e regole antiche, si gioca solo nel teramano a Campli e Montorio al Vomano.
A Campli il gioco del Cucù si perde nella notte dei tempi, quasi ogni famiglia conserva dei mazzi di carte antichi, spesso di fattura manuale ottocentesca. Grandi e piccini, nonni e nipoti si sfidano in divertenti giocate dove le carte Gaff, Bum, Cucù, Matto e Cacaccio creano divertenti situazioni che, accompagnate da espressioni dialettali arcaiche e specifiche gestualità, suscitano scompiglio e ilarità tra i giocatori e i fortunati spettatori. Nel gioco del Cucù non conta il grado culturale, l'appartenenza sociale, il mestiere, l'età, ma l'intuito, la scaltrezza, l'opportunismo e la voglia di divertirsi anche con un po' di sarcasmo.
L'allegria che suscita il Cucù tra i compagni di gioco e gli spettatori è proverbiale, la risata ne diventa un fenomeno così ricorrente da considerarsi più contagioso del raffreddore.
Gioco natalizio per eccellenza il Cucù è semplice nel concetto, complesso nelle regole, ovvio nella pratica (passare o stare), essenziale nella struttura che ricalca le umane vicende di vita, così espresse per similitudine: i giocatori, come società umana; la carta, come il destino di ognuno; possibilità di cambiare (con rischio) la carta, come la possibilità di cambiare il proprio destino e la propria sorte; l'arresto di una carta, come la sconfitta dai potenti; la bummite o la sgaffata, come la punizione inflitta dai potenti; la carta più bassa che paga per tutti, come il capro espiatorio.

La gara, che prevede ricchi premi, si svolge in gironi di qualificazioni, semifinali e finale.
Tutti possono partecipare alla manifestazione che si terrà questa sera (martedì 5 gennaio), le iscrizioni possono effettuarsi direttamente nel ristorante “Refettorio della Misericordia” (o nella sede della Pro-Loco Città di Campli) fino all'inizio della gara prevista per le ore 8,30 (di martedì 5 gennaio).
05/01/2010 11.45