Sabato e domenica le Giornate Europee del Patrimonio

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

3252



ABRUZZO. Sabato 26 e domenica 27 settembre 2009 si celebrano le Giornate Europee del Patrimonio, ideate nel 1991 dal Consiglio d'Europa per potenziare e favorire il dialogo e lo scambio in ambito culturale tra i Paesi europei.
Il MiBAC (Ministero per i Beni e le Attività Culturali), come ogni anno, partecipa all'evento e per l'edizione 2009 con lo slogan “Italia tesoro d'Europa”. Tante le iniziative sull'intero territorio nazionale tese a valorizzare e mettere in evidenza i contenuti della cultura e del Patrimonio italiano, con l'obiettivo di condividere con altri Paesi europei le comuni radici continentali.
Anche in Abruzzo sono numerose le manifestazioni organizzate per celebrare le Giornate Europee del Patrimonio «l'edizione 2009 – spiega Anna Maria Reggiani Direttore Regionale per i Beni Culturali e Paesaggistici per l'Abruzzo – ha l'emblematico titolo L'Italia tesoro d'Europa, emblematico più che mai per la nostra regione colpita, dal sisma del 6 aprile scorso, al cuore della sua storia. Il patrimonio storico ed artistico di questa terra, in particolare dell'Aquila, città capoluogo, drammaticamente ferita proprio nei suoi tesori d'arte, è diventato paradossalmente la testimonianza di una ricchezza culturale ancora poco conosciuta e che proprio la tragedia ha contribuito a far conoscere al mondo intero. Da tanta distruzione – ha concluso Reggiani – è riaffiorata la tenacia degli abruzzesi nel recuperare, conservare e promuovere il proprio patrimonio culturale che dovrà essere custodito nell'interessa dell'intera comunità europea e mondiale e nella consapevolezza che esso è patrimonio dell'umanità».
Per l'occasione saranno aperti al pubblico gratuitamente i luoghi della cultura che comprendono il patrimonio archeologico, artistico e storico, architettonico, archivistico e librario, cinematografico, teatrale e musicale. Parteciperanno, in uno spirito di sinergica collaborazione, Regioni e Province autonome, il Ministero della Pubblica Istruzione e il Ministero dell'Università e della Ricerca nonché altre istituzioni culturali a carattere pubblico e privato.
Attraverso il Ministero per gli Affari Esteri saranno, inoltre, coinvolti gli Istituti Italiani di Cultura all'estero.

24/09/2009 17.00