Domenica a Caramanico sfilano le penne nere

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

8171


CARAMANICO TERME. La cittadina termale pronta all'appuntamento per il raduno di zona degli alpini.
Sabato 19 e domenica 20 settembre prossimi, Caramanico Terme ospiterà il raduno degli alpini della 8A zona.
Da tempo, infatti, l'Associazione Nazionale Alpini -Sezione Abruzzi- ha approvato la proposta del locale Gruppo di celebrare l'adunata zonale nel principale centro termale della regione.
Segno che l'attivismo da tempo manifestato dal gruppo ANA di Caramanico Terme evidentemente non è passato inosservato: dalla ristrutturazione dell'ex scuola rurale comunale di San Vittorino (divenuta sede del gruppo), all'attività di protezione civile in ambito comunale (sgombero neve nel 2005) e nazionale (eventi sismici in Umbria, Molise ed Abruzzo), alla partecipazione ai vari raduni regionali e nazionali, ad iniziative di volontariato e di raccolta fondi (in collaborazione con le Associazioni AIL -Leucemie- ed AISM -Sclerosi Multipla-).
Il gruppo, inoltre, ha attivamente collaborato alle celebrazioni istituzionali del 4 novembre e del 25 aprile, contribuendo al ricordo dei caduti con il dono di una riconoscimento ufficiale a tutti i reduci di guerra di Caramanico Terme, ha provveduto alla manutenzione del locale Monumento ai Caduti ed ha anche partecipato, con alcune proprie unità, alla missione di pace in Kosovo.
Quindi, in occasione del raduno nazionale di Padova del 10 maggio 1998, il gruppo fece visita al cimitero di Padova nel quale sono sepolte le salme di Diana Olivetti e Tamara Gobbo, le ragazze uccise sul Monte Morrone il 20 agosto del 1997 dalla furia omicida del pastore macedone Alivebi Hasani. E proprio a Diana e Tamara verrà intitolata la sede del Gruppo nella giornata inaugurale del raduno.
«Riteniamo – commenta soddisfatto il sindaco Mario Mazzocca - che la programmazione dell'evento nella nostra cittadina rappresenti un importante riconoscimento all'attività ultradecennale del gruppo Alpini di Caramanico Terme. Io stesso, partecipando direttamente e con il gruppo a diversi raduni zonali, regionali e nazionali, ho avuto modo di toccare con mano la sana passione e l'incrollabile fede nelle istituzioni che anima l'Alpino. Il raduno rappresenta un importante evento che servirà anche ad evidenziare, soprattutto alle giovani generazioni, lo spirito di corpo, la solidarietà e l'abnegazione, qualità che sin dalle origini hanno contraddistinto questo particolare modo di essere».

Questo il programma della manifestazione. Si inizia il sabato con l'escursione mattutina alla riserva naturale della “Valle dell'Orfento”; quindi, alle ore 16,00, è previsto l'arrivo in piazza della Fanfara degIi Alpini di Borbona (Rieti). A seguire (h.17,00) l'arrivo del vessillo della Sezione Abruzzi e (h.17,30) la deposizione di una corona d'alloro presso il ‘Monumento ai Caduti'. Alle ore 19,00 ci si sposterà in località San Vittorino per la cerimonia di inaugurazione e intitolazione della Sede del Gruppo Alpini ed il successivo scoprimento del cippo realizzato in onore degli Alpini caduti. La serata si concluderà in Piazza V.Emanuele con il concerto della Fanfara di Borbona.
Domenica è il giorno della sfilata. Si inizia in Piazzale Vallocchia alle ore 10,00 con il saluto delle autorità, per proseguire (h.10,30) con la santa messa all'aperto celebrata dal Don Giuseppe Liberatoscioli. Alle ore 11,30 ha inizio la tradizionale ed emozionante sfilata il cui scioglimento è previsto per le ore 13,00.

18/09/2009 8.26