Mostre, concorsi e tributi, a Guardiagrele la mostra dell’artigianato abruzzese

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

6449

GUARDIAGRELE. Dal primo agosto prenderà il via la trentanovesima edizione della mostra dell'artigianato artistico abruzzese di Guardiagrele, che fino al 20 di agosto permetterà di ammirare l'artigianato storico abruzzese nelle sue eccellenze.
L'edizione di quest'anno, realizzata sotto la presidenza Marsibilio, ha già avuto come prologhi le partecipazioni ai recenti Giochi del Mediterraneo di Pescara ed al vertice del G8 all'Aquila, in cui i grandi della Terra hanno potuto ammirare la maestria, la creatività ed il talento dell'oreficeria abruzzese d'eccellenza.
I 110 espositori che arriveranno da tutta la Regione saranno divisi in sezioni, ciascuna delle quali valorizza una particolare categoria produttiva, distinguendo l'artigianato artistico, come definito a norma di legge, l'artigianato “in genere”, includendo tutte le attività produttive e di servizio diverse da quelle comprese nell'artigianato artistico e la sezione per gli hobbisti, gli appassionati non professionisti.
Grande attenzione sarà dedicata al recupero ed alla valorizzazione dell'artigianato aquilano, nell'ottica della ripresa dell'economia locale e della promozione turistica.
Nella manifestazione troverà spazio anche il tredicesimo concorso nazionale biennale di arte orafa “Nicola da Guardiagrele”, che vede la partecipazione di 60 orafi provenienti da tutta Italia che si sono cimentati nella creazione originale di un bracciale in oro, tema di questa edizione, ed anche ci sarà la sezione per studenti, dove i ragazzi degli istituti statali d'arte e delle scuole di oreficeria potranno cimentarsi nella creazione di un gioiello.
Per il vincitore una borsa di studio finalizzata alla frequenza di un tirocinio formativo presso una nota bottega artigiana. Oltre agli istituti d'arte abruzzesi, parteciperanno anche il Consorzio per la formazione professionale di Valenza, Alessandria, e l'Istituto d'arte di Saluzzo, in Provincia di Cuneo.
La mostra di Guardiagrele, inoltre, ogni anno dedica un'attenzione particolare ad un artista che con la sua attività ha dato lustro al mestiere di artigiano. L'omaggio di quest'anno è dedicato a Francesco Basile, ortonese, che esercita con prestigio e favore di pubblico la sua attività a Venezia.
Omaggiata anche la casa editrice fiorentina Vallecchi, guidata da un imprenditore di origini abruzzesi, per il suo sforzo al recupero ed alla rivalutazione del patrimonio libraio.
Ci sarà spazio anche alle attività di associazioni ed istituzioni che promuovono la manualità e l'inserimento lavorativo di persone diversamente abili, ed un'esposizione dei lavori e dei restauri che hanno svolto.
Novità anche sul versante più tecnico ed amministrativo, con l'arrivo del pass museale che permetterà agli utenti di accedere a tutti i musei aderenti al circuito dei Comuni di “Abruzzo, città d'arte e di cultura”, fra i tanti il museo delle maioliche di Loreto Aprutino, il museo della ceramica di Rapino, il museo civico si Sulmona, il museo archeologico di Penne, il museo delle ceramiche di Castelli ed il museo del minatore di Palombaro.
Saranno infine esposti i progetti grafici ed i prototipi dei gioielli che gli orafi hanno offerto in dono ai capi delegazione dei Paesi partecipanti ai Giochi del Mediterraneo a seguito del concorso “Un gioiello per il Mediterraneo”,
s.t. 25/07/2009 12.36