A scuola di stelle a Lanciano: due giorni di scienza e scoperte

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

5739



LANCIANO. Taglia il traguardo della quindicesima edizione la manifestazione astronomica lancianese “La città e le stelle”.
Titolo di un celebre libro di Arthur Clarke, l'autore di “2001 Odissea nello spazio”, “La città e le stelle” è il concetto alla base delle “Giornate astronomiche frentane”, che hanno avvicinato migliaia di cittadini, lancianesi e non, alle meraviglie del cielo.
Organizzata congiuntamente dall'Agenzia per la promozione culturale della Regione Abruzzo di Lanciano e dal Gruppo astrofili frentani, con il patrocinio del Comune di Lanciano, l'edizione 2009 delle Giornate astronomiche lancianesi, venerdì 24 e sabato 25 luglio, vede confermata la novità già introdotta lo scorso anno dello scenario di palazzo De Crecchio in via dei Frentani.
«Le giornate astronomiche lancianesi rappresentano un appuntamento costante, che vuole scrivere un suo modesto capitolo nel grande sforzo, necessario alla società italiana, di avvicinare la gente alla scienza» commenta il Gruppo astrofili frentani, che organizza l'evento dalla sua nascita.
«Si può partecipare in tanti modi a “La città e le stelle”. Per semplice curiosità di guardare per la prima (o per la centesima) volta attraverso un telescopio. Per dare ai più giovani una prospettiva diversa sull'Universo. Per incontrare gli astrofili, questo popolo che passa una parte considerevole del proprio tempo a studiare ed ammirare la vastità dei cieli sopra di noi».
La manifestazione, oltre agli appuntamenti notturni a palazzo De Crecchio, avrà anche una parte “diurna”, che si svolgerà come da tradizione lungo corso Trento e Trieste sabato 25 dalle 11.00 alle 13.00, dando a tutti la possibilità di osservare il sole con particolari telescopi filtrati, facendo emergere in piena sicurezza particolari e dettagli affascinanti della nostra stella.
Nella prima serata di venerdì 24, oltre all'osservazione di pianeti, nebulose e galassie, grazie al gioco delle orbite, sarà osservabile anche il pianeta Giove, che dalle 22.30 sarà inquadrabile dai telescopi da cui guarderanno i cittadini.
I componenti del Gruppo astrofili frentani saranno sempre a disposizione presso ciascuno strumento per aiutare il pubblico nell'osservazione, fornire informazioni e rispondere alle domande. Parallelamente, un grande schermo proietterà immagini astronomiche commentate, con piccoli ricordi come l'immancabile sbarco sulla Luna, a quarant'anni dall'evento.
Un angolo di palazzo De Crecchio sarà inoltre dedicato alla mostra fotografica “Luci dall'universo”, una collezione di immagini colte dagli obiettivi e dai telescopi del Gruppo astrofili frentani. Un modo per conoscere la tecnica ed il fascino della fotografia astronomica. Il frutto di lunghe notti di lavoro paziente ed appassionato.
A disposizione del pubblico ci sarà anche il “planetario portatile” degli astrofili, una semisfera gonfiabile in cui venti persone alla volta potranno osservare un cielo simulato e spostarsi in altri luoghi della Terra, come l'equatore od il polo nord, da cui cambia la prospettiva delle stelle.

s.t. 21/07/2009 10.43