mercoledì 23 luglio 2014

visite:

137.288.458

Un tuffo nel passato, "La Battaglia di Montorio"



MONTORIO AL VOMANO. La rievocazione storica dell'evento medievale a Montorio al Vomano

La battaglia di Montorio, storico scontro tutto abruzzese tra aquilani e teramani, tra montoriesi ed aragonesi. Proprio questa antica battaglia medievale, rivedrà luce a Montorio il 28 giugno alle ore 20:30, con la possibilità di immergersi nella storia, tra epici duelli di spade, dame, cavalieri, sbandieratori, danze, musica e tipiche pietanze.

Un evento drammatico questa battaglia tra feudi, siamo nel 1478 e vediamo da una parte il conte Pietro Lalle Camponeschi al comando dei montoriesi ed aquilani sotto la tutela del papa Innocenzo VIII e dall'altra il duca Alfonso D'Aragona, duca di Calabria. Tutto degenerò dopo la cattura del conte Camponeschi da parte degli aragonesi che avevano scorto le trame di una congiura nei confronti del re. Gli aquilani e montoriesi si opposero pubblicamente alla corona ed Alfonso dovette inviare dei soldati a presidiare il luogo. Il 24 giugno, durante la corsa "pazza nuda", che si teneva ogni anno in occasione della festa di San Giovanni Battista, a cui potevano partecipare solo giovani prestanti invitati, volle gareggiare l'anziano comandante della guarnigione aragonese Carlo Mezzafaccia, il quale venne superato, battuto e successivamente, come era usanza, fermato in corsa dagli spettatori. Mezzafaccia credette ad un affronto e si vendicò costringendo la dama più bella, Gemma Spada, a baciarlo, il cui marito si infuriò e lo uccise. I soldati montoriesi distrussero e trucidarono la guarnigione aragonese, tutto ciò fece infervorare Alfonso che inviò un esercito, aiutato dai teramani, verso Montorio. La battaglia si svolse nel piano delle Vigne, l'odierno largo Rosicano chiamato così per via del copioso sangue che fu versato, concludendosi senza vinti ne vincitori.
Una vera e propria rievocazione, organizzata dalla Pro Loco di Montorio con il patrocinio del Comune, del Consorzio BIM Vomano Tordino di Teramo e della Provincia. Diverse saranno le attrazioni e gli spettacoli, ripercorrendo le trame della vicenda grazie alla collaborazione di gruppi teatrali e associazioni culturali, la Compagnia delle Armi e cittadini montoriesi e il gruppo storico Città di Corinaldo “Combusta Revixi”. Un modo per passare una serata in modo diverso, imparando anche qualcosa di nuovo della nostra storia locale, adatto a tutte le età.
26/06/2009 17.06

Letture

6503

26/06/2009 - 14:11

La Redazione

Tel: 328 329 0550

Fax: 06 233 125 63

Skype: Donlisander