Gianni Vattimo e Peppe Voltarelli incontrano gli studenti ad Ortona

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

2325



ORTONA. In occasione della Giornata della Memoria in ricordo di tutte le vittime del terrorismo, il 9 maggio 2009, il Comune di Ortona organizza un evento dal tema “La Cultura per la Legalità”.
La giornata rivolta soprattutto ai ragazzi degli ultimi anni delle superiori introduce un concetto diverso del tema della legalità, in cui la cultura e l'arte diventano strumento a servizio della legalità per una maggiore sensibilizzazione e per una più ampia consapevolezza delle nuove generazioni.
La legalità dunque non più e non solo come un comportamento coercitivamente imposto dalla società ma come una necessità personale per partecipare attivamente alla determinazione di un nuovo tessuto sociale.
La giornata che si articolerà in due momenti distinti ma tra loro collegati vedrà la mattina alle ore 10.30 al Teatro F.P. Tosti l'incontro-dibattito, moderato dal giornalista abruzzese Carmine Perantuono, con la presenza del filosofo e scrittore Gianni Vattimo, impegnato da anni con l'associazione Libera contro le mafie, del musicista Peppe Volterelli, ex leader del Parto delle Nuvole Pesanti e componente dell'associazione Libera, della giornalista e scrittrice Camilla Costanzo, autrice del volume “Ero Cosa Loro” insieme alla collaboratrice di giustizia Giusy Vitale, e del giornalista Emiliano Morrone autore di “La Società sparente”, il libro che racconta la Calabria insanguinata, la terra del dolore e dell'impotenza, la regione in cui i soldi dello Stato e dell'Unione Europea finiscono per le armi della 'ndrangheta.
Mentre la sera alle ore 21.30 nel piazzale antistante il Teatro F.P. Tosti, Peppe Voltarelli si esibirà insieme al gruppo ortonese Materiale Resistente in un concerto gratuito, con la partecipazione straordinaria del prof. Gianni Vattimo, che introdurrà alcuni brani sulla strage di Duisburg.
«Abbiamo pensato- sottolinea Remo Di Martino, presidente del Consiglio Comunale di Ortona- di offrire ai nostri giovani un momento di riflessione con personalità di caratura nazionale e internazionale su un argomento importante e complesso. Parlando di legalità in maniera diversa e se vogliamo anche alternativa, utilizzando strumenti e personaggi vicini al mondo giovanile e trasformando anche un momento di divertimento come un concerto musicale in un'attività di educazione e sensibilizzazione. Ringrazio i relatori che si sono immediatamente resi disponibili a condividere con questo progetto per i nostri ragazzi».

06/05/2009 10.10